libri per l'estate

Libri per l’estate: ecco 10 consigli di lettura

Arrivato anche quest’anno il momento in cui gli appassionati di lettura scelgono i libri per l’estate. Opere che ci accompagneranno al mare, in montagna, o dove decideremo di passare queste “strane” vacanze.

Come tradizione vuole, anche noi abbiamo deciso di consigliarvi dieci libri per l’estate 2020. Sono testi che, va specificato, abbiamo letto e recensito nel corso di questi mesi. Non potevamo e non volevamo consigliarvi cose che non avevamo letto.

L’elenco che troverete qui sotto non vuole rappresentare una classifica. Abbiamo scelto di elencare i libri in ordine alfabetico per autore. Troverete autori italiani e stranieri, opere che hanno avuto o stanno avendo successo nei maggiori Premi letterari italiani ed autori alla loro prima esperienza letteraria. Ecco dunque i nostri libri per l’estate: 10 consigli di lettura.

Leggi ancheSandro Veronesi vince il Premio Strega 2020

Febbre – Jonathan Bazzi

Jonathan BazziL’esordio letterario di Jonathan Bazzi è un libro che ha avuto sin da subito un grande successo. Entrato nella sestina finalista del Premio Strega, anche quest’opera ha avuto tra i giovani terreno fertile per crescere e per essere apprezzata. La storia, in fondo, parla proprio di un ragazzo che cresce nella periferia milanese di Rozzano, e che deve fare i conti con problemi economici e familiari. Quando scopre di essere sieropositivo la sua vita cambia, ed inizio un lungo cammino di convivenza con la malattia, di domande e dubbi, ma anche di conoscenza profonda di sé e di cosa gli sta intorno. Anche Febbre (Fandango) è un libro autobiografico, che ci ha permesso di scoprire uno scrittore di assoluto talento, capace di raccontare di sé stesso e del suo mondo senza vergogna. (LEGGI LA RECENSIONE)

 

 

 

 

Il giorno mangia la notte – Silvia Bottani

Silvia BottaniSilvia Bottani è al suo esordio letterario, e Il giorno mangia la notte (SEM) è una storia potente che mette in scena un’Italia fatta di incontri e scontri casuali. Il destino, la vita che gira fregandosene della volontà dei protagonisti, persino il problema dell’integrazione culturale sono al centro di questo bellissimo romanzo. Silvia Bottani è bravissima nel creare un percorso che in sostanza appare come una ricerca, nella quotidianità, del lato umano dei personaggi, scavando soprattutto nelle diversità e nelle trasformazioni di identità che alcuni fatti possono causare. Insomma questo romanzo riesce a catturare la vita vera, sotto varie forme e in vari momenti, ma sempre donando al lettore un senso di potenza e tenerezza che vanno insieme, che si fondono in ritmi, sensazioni, accelerazioni improvvise. Consigliatissimo. (LEGGI LA RECENSIONE)

 

 

 

 

Ragazzo divora universo – Trent Dalton

Ragazzo divora universoUscito all’inizio del 2020, Ragazzo divora universo è arrivato al successo dopo essere stato diffuso attraverso copie fotocopiate ed il passaparola, in Australia. Quando poi l’editore si è accorto della bellezza di questa storia, il libro di Trent Dalton ha fatto il grande salto. In Italia è pubblicato da Harper Collins, e presenta la copertina più bella che abbiamo visto nel corso di quest’anno, almeno sino ad ora. Eli Bell è un ragazzo che vive in una periferia degradata, con una famiglia che ha forti problemi di droga e di alcolismo e con un fratello intelligentissimo che però ha smesso di parlare. Nel bel mezzo di questo caos la vita cambierà improvvisamente quando Eli e il fratello troveranno un telefono rosso che inizia a squillare. Un romanzo bellissimo, che ci presenta un ragazo con una mente da adulto e un’anima antica, che deve fare i conti con la vita dei grandi a 12 anni. Insomma, una storia di formazione che merita di essere letta. (LEGGI LA RECENSIONE)

 

 

 

Giovanissimi – Alessio Forgione

Alessio ForgioneDopo il successo avuto con Napoli mon amour, Alessio Forgione è tornato in libreria con Giovanissimi (NN editore). Un altro bel colpo per lo scrittore napoletano, che ha visto la sua storia entrare nei 12 finalisti del Premio Strega. L’autore questa volta si sofferma sul racconto di un gruppo di ragazzi in cerca di una strada e di un posto nel mondo nel periodo più difficile della loro esistenza, quello che va dalla giovinezza all’età adulta. Un libro che descrive le prime volte, la presa di consapevolezza che la vita regala, la conoscenza del bene e del male. Forgione ha una capacità innata di raccontare la vita all’interno di storie personali, e di farci vedere la realtà da più punti di vista. Solo così riusciamo a comprendere ogni sfumatura dell’esistenza. (LEGGI LA RECENSIONE)

 

 

 

 

La strada di casa – Kent Haruf

Kent HarufTra i consigli sui libri per l’estate abbiamo voluto inserire anche Kent Haruf, quasi per rendere omaggio ad uno scrittore che ha segnato in maniera importante un tratto di letteratura contemporanea. La strada di casa è l’ultima opera che era rimasta da tradurre, e che ora arriva in Italia grazie al solito splendido lavoro di NN editore. Scritto prima della Trilogia della pianura, questa storia riporta il lettore ad Holt, all’interno della comunità che vive nella tranquillità apparente. Un equilibrio che sarà messo a dura prova da un ritorno inaspettato, che farà esplodere la rabbia dei cittadini. In questo romanzo di Kent Haruf il passato conta più del presente, le storie personali, forse, più di quelle dell’intera comunità. Non c’è rimasto altro da tradurre di questo straordinario scrittore, a meno che non venga fuori qualche opera nascosta. Un po’ quello che speriamo tutti. (LEGGI LA RECENSIONE)

 

 

 

 

Tutto chiede salvezza – Daniele Mencarelli

Tutto chiede salvezzaTra i libri per l’estate che vogliamo consigliarvi, questo di Daniele Mencarelli ha un posto speciale. Vincitore del Premio Strega Giovani 2020 (cioè è il romanzo che è stato il più votato tra i giovani), questo libro infrange una serie di barriere e ci mostra con lucidità e tenerezza il percorso di un ragazzo che cerca di trovare un equilibrio nella sua mente e nella sua vita. Costretto ad un TSO nel 1994, il protagonista trova dentro le mura dell’ospedale rapporti umani che fatica invece a trovare fuori. Quei 5 malati che gli fanno compagnia in reparto, sono forse la cosa più vicina agli amici che abbia mai avuto. Tutto chiede salvezza (Mondadori) è un libro consigliatissimo, vero, autobiografico. Una storia utile per capire cosa siamo, cosa possiamo diventare e cosa non siamo stati in grado di comprendere. (LEGGI LA RECENSIONE)

 

 

 

 

Almarina – Valeria Parrella

AlmarinaForse nemmeno la stessa autrice avrebbe immaginato di avere tanto successo con un romanzo che ha parlato soprattutto ai giovani. Almarina (Einaudi) è una storia delicata di sofferenza e di riscatto. La protagonista, rimasta vedova, insegna in un carcere minorile ad un gruppo di ragazze. Un giorno, di colpo, arriva Almarina, e subito gli equilibri (dentro e fuori dal carcere) cambiano. Anche la vita della protagonista viene sconvolta. Quanto vale una seconda possibilità? Possono le leggi stabilire la misura di un amore e di un rapporto? Un romanzo che parla di vita, di amore, di rinascita soprattutto, e che non ha paura di attraversare le sbarre per farci guardare oltre i confini spesso dimenticati. (LEGGI LA RECENSIONE)

 

 

 

 

Vita morte e miracoli di Bonfiglio Liborio – Remo Rapino

Remo RapinoI compaesani chiamano Bonfiglio Liborio cocciamatte, il matto del paese. Ma Liborio non è pazzo, ha solo un’esistenza difficile. Nato povero, senza padre, problemi di amore, il lavoro nelle fabbriche e il manicomio. Lo sguardo di Libroio è quello di un bambino entusiasta e riflessivo che si approccia al dolore. Remo Rapino crea un personaggio straordinario e dà vita ad una storia che affascina e cattura, trascinando il lettore ad un monologo sulla vita del protagonista. “il linguaggio di Liborio diventa accogliente, al servizio di un’umanità modesta, eppure lucida, capace di inquadrare alcune grandi verità sull’essere umano. Una delle verità è il personaggio stesso: in un mondo di scaltri, gli ingenui posso solo passare per matti”. Vita morte e miracoli di Bonfiglio Liborio (minimum fax) è tra i cinque finalisti del Premio Campiello 2020. (LEGGI LA RECENSIONE)

 

 

 

 

Le cose da salvare – Ilaria Rossetti

Le cose da salvareUn altro esordio letterario tra i libri per l’estate che vogliamo consigliarvi. Le cose da salvare (Neri Pozza) di Ilaria Rossetti, merita un posto d’eccezione per la capacità con la quale l’autrice è riuscita a raccontare una storia partendo da un evento reale (il crollo del Ponte Morandi), e facendo della vita del protagonista il simbolo di tante persone che quelle sensazioni le hanno provate davvero. Che cosa salvare delle cose a noi più care quando ci viene detto di lasciare la casa nel giro di dieci minuti? Che valore dare quindi alle cose materiali, al nostro passato, ai nostri ricordi? Nel libro della Rossetti (vincitore della quarta edizione del Premio Neri Pozza) c’è un pezzo di vita personale che diventa universale. C’è una certa forma di resilienza alla tragedia e anche, concentrate, diverse modalità di relazionarsi con il passato e con il futuro. (LEGGI LA RECENSIONE)

 

 

 

Il colibrì – Sandro Veronesi

Il colibrìTra i nostri libri per l’estate non poteva mancare il vincitore del Premio Strega 2020. Sandro Veronesi torna a vincere l’ambito trofeo dopo il successo, anni fa, con Caos calmo. Il colibrì (La Nave di Teseo) è una storia che parla di un uomo normale, un personaggio capace di affannarsi e di sbattere velocissimo le sue ali pur di restare fermo (proprio come fa il colibrì). Nel rapporto con il lutto e con il cambiamento, entriamo in contatto con la parte nascosta di un uomo, nelle pieghe della sua vita, dei suoi successi e dei suoi fallimenti. Alcuni hanno definito questo libro un capolavoro. Di certo, nel 2020, è una lettura che ci sentiamo di consigliarvi. (LEGGI LA RECENSIONE)

Chiudiamo questa lista di consigli sui libri per l’estate con due segnalazioni particolari, in ricordo di due grandi scrittori che ci hanno lasciato in questo 2020. Il primo è Carlos Ruiz Zafón. Di lui vanno ricordate la tetralogia de Il cimitero dei libri dimenticati (L’ombra del vento, Il gioco dell’angelo, Il prigioniero del cielo, Il labirinto degli spiriti) e la Trilogia della nebbia (Il principe della nebbia, Il palazzo della mezzanotte, Le luci di settembre).

L’altro è Luis Sepúlveda, scrittore e narratore straordinario, con una carriera dedicata al Sud del Mondo, ma anche alla politica e alla lotta contro il regime di Pinochet. Le sue opere sono così numerose e così belle che ci resta difficile consigliarvene qualcuna più delle altre. In QUESTO SPECIALE abbiamo deciso di raccontarvene un po’ e darvi l’opportunità di scegliere quelle che portare con voi in questa nuova estate.

Leggi anche – Premio Campiello 2020. Ecco la cinquina finalista

Donato Bevilacqua

diDonato Bevilacqua

Proprietario e Direttore editoriale de La Bottega di Hamlin, lettore per passione e per scelta. Dopo una Laurea in Comunicazione Multimediale e un Master in Progettazione ed Organizzazione di eventi culturali, negli ultimi anni ho collaborato con importanti società di informazione e promozione del territorio. Mi occupo di redazione, contenuti e progettazione per Enti, Associazioni ed Organizzazioni, e svolgo attività di Content Manager.