Alessio Forgione

Alessio Forgione – Giovanissimi

Alessio Forgione torna in libreria, e lo fa con un altro romanzo potentissimo che parla della vita. Giovanissimi è la storia forte e delicata di un gruppo di ragazzi in cerca di una strada nel periodo più difficile della loro esistenza. Il nuovo romanzo di Forgione è tra i 12 candidati alla vittoria del Premio Strega.

PREMIO STREGA 2020 – ECCO I 12 TITOLI CANDIDATI

Dopo il grande successo di Napoli mon amour, suo romanzo d’esordio, Alessio Forgione incanta ancora con una storia che descrive le prime volte, l’affacciarsi della giovinezza nell’età adulta, la presa di consapevolezza di ciò che la vita regala, di bello e di brutto.

La trama

Matteo Pane, chiamato Marocco, vive con suo padre a Soccavo. La madre li ha abbandonati pochi anni prima, e il ragazzo, quattordicenne, vive quest’età e quell’assenza con dolore come una ferita aperta.

Immerso in questo stato di angoscia frequenta il liceo, con scarsi risultati, e gioca a calcio. Le sue giornate sono fatte di allenamento, trasferte, e dei suoi amici più cari: Gioiello, Fusco e Petrone.

I ragazzi sono delle giovani promesse, ma nemmeno le vittorie e il successo sembrano utili per placare la rabbia che Marocco sente dentro, quel senso di vuoto che attraversa la sua anima.

Il tutto è spezzato dall’arrivo di Serena, un amore ancora acerbo ma magnifico, e dalla proposta del suo amico Lunno, che mette in discussione ogni certezza costruita fino a quel momento.

La recensione di Giovanissimi, di Alessio Forgione

Alessio Forgione ha la capacità di raccontare vite dentro le storie, di farci guardare il protagonista da ogni punto di vista, e da quell’angolo di osservazione di capire ogni sfumatura.

Giovanissimi  (NN editore)racconta un pezzo di vita precisa, che tutti abbiamo attraversato e che ha segnato tutti noi, nel bene o nel male. In questa storia tutti i ragazzi crescono soli, ed in quella solitudine annusano l’odore della vita per la prima volta.

Circondati dai desideri tipici dell’adolescenza, da sogni di grandezza e da grandi illusioni, le due facce della medaglia sono rappresentate dalle prodezze sul campo da gioco e da crimini e violenze della “vita di quartiere”. L’ambiente che li circonda, insomma, lascia inesorabilmente il segno.

Giovanissimi racconta quella fase della vita che è spasmodica attesa della vita adulta, quella presa di coscienza che passa da consapevolezze che a volte sembrano troppo dolorose da accettare. Forgione è un grande scrittore, racconta storie universali di padri e figli, ciò che siamo stati o che potevamo essere.

E in questa strada, in questo lungo percorso verso qualcosa che chiamiamo vita, sono i dettagli, le piccole sfumature che fanno la differenza. Tutti i nodi, tutti i fili intrecciati, si sciolgono poi in un finale spiazzante, che come in Napoli mon amour ci riempie di pensieri, ci fa piangere e sorridere e ci fa dire di essere vivi.

NAPOLI MON AMOUR – LEGGI LA RECENSIONE DEL PRIMO LIBRO DI ALESSIO FORGIONE

copertina
Autore
Alessio Forgione
Casa editrice
NN Editore
Anno
2020
Genere
Narrativa
Formato
Brossura
Pagine
219
ISBN
9788894938562
Donato Bevilacqua

diDonato Bevilacqua

Proprietario e Direttore editoriale de La Bottega di Hamlin, lettore per passione e per scelta. Dopo una Laurea in Comunicazione Multimediale e un Master in Progettazione ed Organizzazione di eventi culturali, negli ultimi anni ho collaborato con importanti società di informazione e promozione del territorio. Mi occupo di redazione, contenuti e progettazione per Enti, Associazioni ed Organizzazioni, e svolgo attività di Content Manager.