Amazon dietro le quinte

Amazon dietro le quinte – Martin Angioni

Facciamo un gioco. Prima di proseguire in questa lettura, digitate sul vostro browser relentless.com e vedrete dove vi conduce questo link. Fatto? Bene, avete appena scoperto il primo vero nome di Amazon: Relentless ovvero “inarrestabile”.

Oggi parliamo infatti di un nuovissimo libro pubblicato da Raffaello Cortina Editore: Amazon dietro le quinte. A rendere questo testo interessante e in qualche modo esclusivo, è il fatto che chi scrive non è un giornalista o un fruitore di Amazon molto informato, bensì l’ex country manager di Amazon Italia  Martin Angioni. Insomma, direttamente colui che per quattro anni è stato il numero uno, quello che per primo ha contribuito alla creazione di Amazon in Italia. Data l’invasività che l’e-commerce ha nelle nostre vite, e in particolare data la massiccia presenza di Amazon nelle vite di molti di noi, il tema si dimostra quantomeno di grande interesse, per non dire succoso.

Leggi ancheManuale per ragazze rivoluzionarie, di Giulia Blasi

La trama

La Prefazione di Giuseppe Berta ci introduce nel mondo delle grandi piattaforme tecnologiche che rappresentano gran parte del capitalismo contemporaneo. Berta evidenzia soprattutto i fattori in comune tra queste realtà: fondatori raccontati come geniali, storie di inizi leggendari, flessibilità e snellezza, capacità di entrare nel quotidiano di ognuno a livello globale.

Il racconto di Amazon dietro le quinte parte dalla fine, dal licenziamento di Martin Angioni in seguito a un’intervista televisiva per il programma televisivo di RaiTre Presa Diretta.

Tutta la prima parte del libro racconta di Amazon dalla nascita, avvenuta (non ne avevo alcuna idea) a metà degli anni Novanta. L’impressione di noi consumatori è infatti quella di trovarsi di fronte a un fenomeno esploso all’improvviso, ad una rapidissima ascesa di un colosso multinazionale: in realtà, come si evince da queste pagine, è avvenuto tutto il contrario. Pensate che il debutto in borsa di Amazon avvenne nel lontano 1997! Questa è la storia di un underdog (un dato per perdente, uno sfavorito) che va avanti incessantemente, tenacemente da decenni, capace di svilupparsi e crescere in tutte le direzioni, fin dal superamento dello scoppio della bolla di internet ad esempio (dove start-up come  MySpace.com invece soccombono). Di Amazon e di tante altre aziende della Sylicon Valley in effetti sappiamo molto poco e forse non siamo gli unici, visto che la seconda parte del libro racconta proprio dei problemi legali con i vari Stati, soprattutto relativi al pagamento delle tasse. Il libro si conclude con un corposo dizionario che spiega il lessico Amazon e quindi rende più comprensibili la mentalità e i meccanismi che supportano tutta la struttura.

Amazon dietro le quinte. La recensione

Martin Angioni ci conduce con sé alla scoperta di un mondo, di un lessico e uno slang perfino, che lui stesso all’inizio stentava a comprendere. Lo spaesamento di Angioni – che pure non era uno sprovveduto, avendo già lavorato con successo in vari settori sia bancari sia di importanti gruppi come ad esempio Mondadori – è lo stesso smarrimento entusiasmante che si prova  quando ci si approccia ad una nuova avventura carica di promesse e in un certo senso pionieristica (anche se, come scoprirete leggendo il libro, l’ispirazione viene dal ben più longevo Walmart).

Il merito della scrittura di Angioni è quello di essere chiara e soprattutto onesta: ci si potrebbe aspettare un racconto velenoso o demonizzante della realtà creata da Jeff Bezos; al contrario, nulla viene taciuto, né in positivo né in negativo.

L’analisi lucida di Martin Angioni è supportata anche da numerosi e interessanti riferimenti a libri, articoli, video (purtroppo manca un apparato bibliografico ma le citazioni sono tutte ben documentate tra le pagine). Su tutti, spicca il più volte citato libro di Shoshana Zuboff “Il capitalismo della sorveglianza”.

Nel testo vengono disseminate informazioni importanti circa la nascita di Kindle, Prime, Alexa e tutte quelle parole che chiunque di noi ormai conosce bene.

Amazon dietro le quinte è un libro illuminante, la cui lettura può cambiare anche la percezione di questo colosso delle vendite online e renderci acquirenti più consapevoli e anche, forse, cittadini un po’ più informati su concorrenza di mercato ed autonomia di scelta del consumatore.

copertina
Autore
Martin Angioni
Casa editrice
Raffaello Cortina
Anno
2020
Genere
saggistica
Formato
Brossura
Pagine
287
ISBN
9788832851632
Marta Lilliù

diMarta Lilliù

Sono nata ad Ancona nel 1985 e sono cresciuta ad Osimo. Sono laureata in Lettere (Università degli Studi di Macerata) con una tesi in Storia Moderna sulle Suppliche del XVIII sec. dell’Archivio Storico di Osimo. Sono diplomata in Pianoforte e in Clavicembalo (Conservatorio “G.Rossini” di Pesaro).
Dal 2012 abito e lavoro in Liguria, dove ho approfondito l’ambito della didattica musicale (abilitandomi all’insegnamento del Pianoforte presso il Conservatorio “N.Paganini” di Genova) e della didattica speciale, cioè rivolta al Sostegno didattico ad alunni con disabilità (Università degli Studi di Genova). Ho vissuto a Chiavari e Genova. Attualmente vivo a Sestri Levante, dove annualmente si svolgono il Riviera International Film Festival e il Festival Andersen.
Sono docente di Pianoforte a tempo indeterminato a Levanto, Monterosso e Deiva Marina.
Abbandono talvolta la Liguria per muovermi tra le Marche e Londra, città in cui ricopro ufficialmente il ruolo di...zia!