Può una madre sopravvivere alla perdita di una figlia appena nata? Pieces of a Woman è disponibile dal 7 gennaio sulla piattaforma Netflix, e porta lo spettatore a scoprire il percorso di rinascita di una donna. Diretto da Kornél Mundruczó (alla prima esperienza in lingua inglese) con la sceneggiatura di Kata Wéber, sua ex partner, si ispira ad un’esperienza diretta della stessa scrittrice. Il film è interpretato da Vanessa Kirby e Shia LaBeouf. La pellicola è stata presentata allo scorso Festival di Venezia, e la Kirby ha vinto la Coppa Volpi per la miglior interpretazione femminile.

Lei mi parla ancora

Pupi Avati ha creato un film romantico e delicato prendendo ispirazione da una storia altrettanto sentimentale e pura. Lei mi parla ancora è una sorta di sguardo sul tempo che passa.


Il sogno americano che Ron Howard ci presenta è fatto di tanti stereotipi (sia narrativi che visuali), e mescola provincia, università, guerra, legami familiari difficili. Il filo conduttore quindi diventano i sensi di colpa, i non detti, i peccati da cancellare e le cose da perdonare e perdonarsi.

Lacci

I riflettori della 77ª edizione della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia si sono accesi con la presentazione del film di Daniele Lucchetti: Lacci, tratto dall’omonimo romanzo del 2014 di Domenico Starnone.

Tenet

Entropia, correlazione quantistica, multiversi, dimensioni parallele, mondo crepuscolare. Questi sono gli ingredienti conditi dall’eccezionale Christopher Nolan. Tenet è la sua ultima opera, attesissima e bloccata ben tre volte a causa del Covid19.