Il libro dei mostri

Il libro dei mostri – Juan Rodolfo Wilcock

A cento anni dalla nascita di Juan Rodolfo Wilcock, poeta, scrittore, critico letterario argentino, naturalizzato italiano, grazie alla casa editrice Adelphi, ritorna in auge un capolavoro pubblicato per la prima volta nel 1978, Il libro dei mostri. Nato a Buenos Aires, da madre italo-svizzera e il padre inglese, a quarant’anni Wilcock si trasferisce in Italia, rinunciando ad una carriera avviata di ingegnere sia alla frequentazione di amici come Borges, Ocampo, senza nemmeno ottenere mai la cittadinanza italiana, che avverrà solo postuma.

Psiconauta

Psiconauta -Massimo Degano

Dalla penna di Massimo Degano partorisce Psiconauta (Intrecci), un romanzo “fantascientifico” (neanche troppo), “futurista” (forse), “futuribile” (probabile), ma sicuramente attualissimo. Dalla giovane casa editrice romana nasce quindi il primo romanzo dello scrittore friuliano, classe 1983. Ci troviamo catapultati nel 2047, così vicino e così lontano da noi. Nella sua contemporaneità. Degano ci offre uno scenario catastrofico, talmente attuale che sembra viverci dentro.

Beautiful Boy

Beautiful Boy – Felix Van Groeningen. Un tunnel disperatamente buio

Presentato quest’anno al Rome Film Fest, Beautiful Boy di Felix Van Groeningen riprende le biografie di David Sheff e del figlio Nic adattandole al grande schermo, confezionando un film che restituisce un resoconto di una tossicodipendenza candidata a compiere il suo percorso suicida.

Facciamo che ero morta

Facciamo che ero morta – Jen Begin. Un viaggio curioso e strampalato

Jen Begin con il suo romanzo di esordio Facciamo che ero morta pubblicato da Einaudi ci racconta una storia strampalata, coinvolgente dove il lettore si ritrova a viaggiare insieme a Mona, la protagonista tra bizzarrie, stravaganze, anime maledette, cuori infranti, macchie sporche da togliere, cassetti chiusi, polvere e aghi puliti da distribuire ai tossicodipendente come volontaria.

I morti non muoiono

I morti non muoiono, ma i vivi sicuramente stanno a guardare. La riflessione di Jarmush sul contemporaneo

Dopo l’eccezionale pellicola di Daunbailò (Down by Law) del 1986 con le straordinarie performance di Tom Waits, John Lurie e Roberto Benigni e l’indimenticabile Coffee and Cigarettes (2003) nonché il più recente Paterson (2006), il regista poliedrico americano Jim Jarmusch…

Testimoniando il destino

Emanuele Severino: Testimoniando il destino (della verità)

Nasce nella Biblioteca Filosofica di Adelphi l’opera di Emanuele Severino Testimoniando il destino. Proprio il filosofo italiano inaugurò la sezione filosofica della casa editrice milanese nel 1980 con Il Destino della necessità. Il volume raccoglie gli scritti teoretici dello studioso internazionale, testimoniando, appunto, la forza del pensiero e stabilendo in qualche modo la forza della verità.

Nureyev

Nureyev. Una vita in movimento, ma poca danza nella regia di Ralph Fiennes

Fuori concorso al Trieste Film Festival, il regista Ralph Fiennes (Ralph Nathaniel Twisleton-Wykeham-Fiennes) presenta la pellicola Rudolf Nureyev – The White Crow, un biopic sul celebre ballerino russo.