Hunger Games

Hunger Games torna in libreria

Grande notizia per tutti gli appassionati di Hunger Games. La saga letteraria firmata da Suzanne Collins si arricchisce di un altro capitolo. Il volume è disponibile dal 19 maggio.

Esce quindi, per Mondadori, La Ballata dell’usignolo e del serpente, altro capitolo della saga Hunger Games, di cui è stata tratta anche una fortunatissima trasposizione cinematografica.

Leggi ancheIl canto della rivolta. Parte I. La nostra recensione

La trama del nuovo libro di Suzanne Collins

Hunger GamesÈ la mattina della mietitura che inaugura la decima edizione degli Hunger Games. A Capitol City, il diciottenne Coriolanus Snow si sta preparando con cura: è stato chiamato a partecipare ai Giochi in qualità di mentore e sa bene che questa potrebbe essere la sua unica possibilità di accedere alla gloria. La casata degli Snow, un tempo potente, sta attraversando la sua ora più buia.

Il destino del buon nome degli Snow è nelle mani di Coriolanus: l’unica, esile, possibilità di riportarlo all’antico splendore risiede nella capacità del ragazzo di essere più affascinante, più persuasivo e più astuto dei suoi avversari e di condurre così il suo tributo alla vittoria. Sulla carta, però, tutto è contro di lui: non solo gli è stato assegnato il distretto più debole, il 12, ma in sorte gli è toccata la femmina della coppia di tributi.

I destini dei due giovani, a questo punto, sono intrecciati in modo indissolubile. D’ora in avanti, ogni scelta di Coriolanus influenzerà inevitabilmente i possibili successi o insuccessi della ragazza. Dentro l’arena avrà luogo un duello all’ultimo sangue, ma fuori dall’arena Coriolanus inizierà a provare qualcosa per il suo tributo e sarà costretto a scegliere tra la necessità di seguire le regole e il desiderio di sopravvivere, costi quel che costi.

 

Leggi ancheLa ragazza di fuoco. Leggi la nostra recensione

La saga di Hunger Games

Da quel “Mi offro volontaria come tributo” è esplosa una nazione, e noi con lei. Hunger Games, la saga di Suzanne Collins, è una storia potente che dai libri è arrivata sui grandi e sui piccoli schermi appassionando lettori e spettatori di tutto il mondo e accendendo la miccia per una serie di fortunati racconti distopici con substrato politico che vi si sono ispirati.

Quando la ragazza di fuoco ha scagliato la freccia ai 75° giochi in Hunger Games – La ragazza di fuoco, noi lettori abbiamo vissuto con lei la rivoluzione.

Dopo essere stati tributi, aver cantato “L’albero degli impiccati”, combattuto al fianco dei ribelli e pianto i nostri caduti, ci siamo seduti con i vincitori in Hunger Games – Il canto della rivolta assaporando finalmente la pace.

Sono passati anni, ma ci sembra di udire ancora il richiamo della Ghiandaia Imitatrice e siamo pronti ad accorrere nuovamente ogni volta che lo sentiamo. Suzanne Collins è tornata così ad alimentare un fuoco che non si era mai spento.

Il prossimo 19 maggio, in contemporanea mondiale, gli Hunger Games tornano con il nuovo romanzo dell’autrice: Ballata dell’usignolo e del serpente (in inglese The Ballad of Songbords and Snakes).
Il nuovo imperdibile capitolo della saga è ambientato 64 anni prima degli eventi che hanno visto protagonista Katniss Everdeen, la ragazza di fuoco.

Leggi ancheGrand Union. La recensione della raccolta di racconti di Zadie Smith