librerie italiane

Guida tascabile delle librerie italiane viventi – The Book Fools Bunch

Ecco la Guida tascabile delle librerie italiane viventi (edizioni Clichy). Dopo la Guida tascabile per maniaci dei film e la Guida tascabile per maniaci dei libri, tornano gli anonimissimi «esperti e maniacali lavoratori dell’editoria italiana con base a Firenze» che si riconoscono sotto il nome The Book Fools Bunch, praticamente un branco di maniaci (dei libri).

Già questo dovrebbe incuriosire tutti, dal passante che legge poco o niente ai vari lettori seriali sparsi per l’Italia.

Questo libro raccoglie quindi le librerie italiane, indipendenti e di catena, che hanno aderito all’appello. I librai e le libraie hanno risposto a semplici domande, un questionario che fa da identikit al loro posto di lavoro. Perché dovete sapere, ma forse già ve lo immaginate, che ognuno di questi luoghi magici ha una sua specifica connotazione, è animato da persone vere, in carne ed ossa, che cercano di portare cultura anche dove questa non è ben accetta (si veda il recente secondo incendio doloso de La Pecora Elettrica a Centocelle).

Il potere dei libri – bruciati, proibiti, indicizzati da sempre – è ancora quello di un tempo: sono strumenti di cultura, cibo per la mente, mezzi di comunicazione che oltrepassano le epoche e formano o rappresentano intere generazioni di umani. Troppo preziosi e al contempo scomodi perché possano tramontare nella società contemporanea, che ne ha oggi più che mai estremo bisogno.

E dunque questo viaggio, ideale e realissimo allo stesso tempo, ci guida volutamente dal sud Italia (Alghero) ad Aosta. La parte finale del libro è intitolata Libreria ideale dei lettori, appunto una libreria immaginaria creata dalle risposte dei cosiddetti lettori forti alla domanda: Qual è secondo te il libro che non dovrebbe mai mancare in una libreria?

Probabilmente la Guida tascabile delle librerie italiane viventi verrà aggiornata, così come è accaduto per quella dei maniaci di libri; nel frattempo, sfogliate questo piccolo gioiello e portatelo con voi nei vostri viaggi o mentre passeggiate in città alla ricerca di luoghi incantevoli popolati da infinite storie e meravigliosi personaggi (mi riferisco  ai librai e alle libraie, ovviamente).

 «Non vogliamo sembrare snob, ma ci pare che proporre un percorso di librerie possa corrispondere a proporre un percorso gastronomico straordinario almeno quanto quello dei sempre più numerosi itinerari  per ristoranti, trattorie, pizzerie e bar. O quanto una qualunque delle innumerevoli guide dei vini. Perché un piatto di pasta, anche se adagiato su un puré di mandorle di Avola e di chicchi di caffè tostato a mano del Costa Rica […] rimane sempre un piatto di pasta, mentre ci pare che un libro, qualunque libro, sia davvero un cibo per la mente – e forse non solo per la mente – che crea nel mondo qualcosa di più di un piatto di pasta».

copertina
Autore
The Book Fools Bunch
Casa editrice
Edizioni Clichy
Anno
2019
Genere
Guida
Formato
Brossura
Pagine
571
ISBN
9788867996247
Marta Lilliù

diMarta Lilliù

Sono nata ad Ancona nel 1985 e sono cresciuta ad Osimo. Sono laureata in Lettere (Università degli Studi di Macerata) con una tesi in Storia Moderna sulle Suppliche del XVIII sec. dell’Archivio Storico di Osimo. Sono diplomata in Pianoforte e in Clavicembalo (Conservatorio “G.Rossini” di Pesaro).
Dal 2012 abito e lavoro in Liguria, dove ho approfondito l’ambito della didattica musicale (abilitandomi all’insegnamento del Pianoforte presso il Conservatorio “N.Paganini” di Genova) e della didattica speciale, cioè rivolta al Sostegno didattico ad alunni con disabilità (Università degli Studi di Genova). Ho vissuto a Chiavari e Genova. Attualmente vivo a Sestri Levante, dove annualmente si svolgono il Riviera International Film Festival e il Festival Andersen.
Sono docente di Pianoforte a tempo indeterminato a Levanto, Monterosso e Deiva Marina.
Abbandono talvolta la Liguria per muovermi tra le Marche e Londra, città in cui ricopro ufficialmente il ruolo di...zia!