Lezioni di meraviglia

Lezioni di meraviglia – Andrea Colamedici, Maura Gancitano

Andrea Colamedici e Maura Gancitano, i due filosofi fondatori del progetto Tlon, hanno scritto a quattro mani questo interessante manuale narrativo intitolato Lezioni di meraviglia. Viaggi tra filosofia e immaginazione.

La visione di base che muove questa coppia di filosofi è che la filosofia debba tornare nelle piazze, sia fisiche sia virtuali, dopo secoli di scollamento dalla realtà e di precedenza al pensiero come qualcosa di staccato dal corpo.

La trama

Nel loro Lezioni di meraviglia. Viaggi tra filosofia e immaginazione. Maura e Andrea conducono noi lettori in un viaggio fatto di domande fondamentali, quelle che tutti noi prima o poi ci chiediamo. Perché se è vero che non si può rendere filosofo qualcuno che non lo è già («i filosofi vedono problemi che altri non vedono»), si può però ricondurre ad un discorso filosofico praticamente ogni aspetto della nostra vita: l’amore, il corpo, il cibo, gli altri da me…

Già nell’Introduzione, Maura e Andrea ci presentano contemporaneamente Alice e il Bianconiglio, Massimo Cacciari, Martin Heidegger, Totò e Pasolini.

Il filosofo complica e allo stesso tempo spiega, non cerca semplificazioni, non crea dogmi né ideologie, poiché è un intrepido navigatore ed è anche un poeta (bellissima l’analisi di una poesia di Eugenio Montale, ricollegata a Nietzsche e Carmelo Bene).

La meraviglia dunque è qualcosa che irrompe improvvisamente nella nostra selva quotidiana fatta di nomi, etichette, convenzioni e apre una breccia nel mondo dell’irrazionale: la vita suscita meraviglia ed è essa stessa composta di meraviglia. Ci si meraviglia sia per le piccole cose sia per problemi enormi, come ad esempio la generazione dell’Universo (cosmogonia).

La recensione di Lezioni di meraviglia

Per certi versi, la meraviglia può generare orrore: lo sgomento di sentirsi soli in questa esistenza che non chiede il permesso per farci venire al mondo.

Ma sia questo orrore sia il dolore possono e devono essere trasformati in qualcosa di buono, agendo creativamente nel mondo, quindi contribuendo attivamente alla creazione.

Perché «non c’è nulla che dia più soddisfazione a un ammiratore della realtà che aiutare la realtà a essere sé stessa».

Leggere Lezioni di meraviglia. Viaggi tra filosofia e immaginazione ci permette davvero di compiere un percorso importante, impossibile da riassumere qui in poche righe. Una vera esperienza per il lettore che voglia avvicinarsi alla scoperta del grande segreto della vita: l’arte di meravigliarsi.

 «La ricerca della meraviglia non è la ricerca di stati alterati che ti fanno sballare e ti sradicano dalla realtà; ha bisogno di un lavoro di radicamento, di un’attenzione nei confronti delle piccolissime cose. La capacità di meravigliarsi è un radar interno, non qualcosa da farsi somministrare».

LA SOCIETA’ DELLE PERFORMANCE – LA RECENSIONE DEL LIBRO DI COLAMEDICI E GANCITANO

copertina
Autore
Maura Gancitano
Casa editrice
Tlon
Anno
2019
Genere
saggistica
Formato
Brossura
Pagine
153
ISBN
9788899684488
SOSTIENI LA BOTTEGA

La Bottega di Hamlin è un magazine online libero e la cui fruizione è completamente gratuita. Tuttavia se vuoi dimostrare il tuo apprezzamento, incoraggiare la redazione e aiutarla con i costi di gestione (spese per l'hosting e lo sviluppo del sito, acquisto dei libri da recensire ecc.), puoi fare una donazione, anche micro. Grazie

Marta Lilliù

diMarta Lilliù

Sono nata ad Ancona nel 1985 e sono cresciuta ad Osimo. Sono laureata in Lettere (Università degli Studi di Macerata) con una tesi in Storia Moderna sulle Suppliche del XVIII sec. dell’Archivio Storico di Osimo. Sono diplomata in Pianoforte e in Clavicembalo (Conservatorio “G.Rossini” di Pesaro).
Dal 2012 abito e lavoro in Liguria, dove ho approfondito l’ambito della didattica musicale (abilitandomi all’insegnamento del Pianoforte presso il Conservatorio “N.Paganini” di Genova) e della didattica speciale, cioè rivolta al Sostegno didattico ad alunni con disabilità (Università degli Studi di Genova). Ho vissuto a Chiavari e Genova. Attualmente vivo a Sestri Levante, dove annualmente si svolgono il Riviera International Film Festival e il Festival Andersen.
Sono docente di Pianoforte a tempo indeterminato a Levanto, Monterosso e Deiva Marina.
Abbandono talvolta la Liguria per muovermi tra le Marche e Londra, città in cui ricopro ufficialmente il ruolo di...zia!