Leland de la Durantaye

Leland de la Durantaye – Hannah versus l’albero

Leland de la Durantaye abbandona per un attimo il mestiere di critico letterario e si tuffa nel mondo della letteratura. Hannah versus l’albero è il suo primo romanzo, una storia profonda, bella e selvaggia che non mancherà di sorprendervi.

SCOPRI I MIGLIORI LIBRI DEL 2019 – ECCO I NOSTRI 15 CONSIGLI

In fondo questo libro (Codice Edizioni) racconta una storia di oggi, uno spaccato della contemporaneità che ci fa lanciare uno sguardo all’interno di una famiglia non proprio normale, in cui ci sono soldi, politica e ambiente come motori trainanti.

Leland de la Durantaye sceglie di raccontare la vicenda quasi con fervore, seguendo il classico percorso della tragedia e dei miti greci. La protagonista è Hannah, erede della potente casata dei Syrl, una famiglia del Nord America che, sfruttando le risorse del pianeta, è diventata una multinazionale.

La ragazza cresce insieme al suo fedele Sedna (un husky con sangue di lupo), e lo fa ascoltando le storie della sua famiglia, dei suoi avi. Sono storie leggendarie fatte di sopravvivenza, di ambiente selvaggio, di resistenza. La protagonista di Hannah versus l’albero è una ragazza intelligente che ad un certo punto della sua vita però subisce una violenza.

Sarà proprio quella famiglia potente in cui è cresciuta ad obbligarla al silenzio, a soffocare il dolore. Così Hannah trama e pianifica la sua vendetta insieme ad amici e militanti. Lo scopo è abbattere l’albero simbolo della sua stirpe.

Leland de la Durantaye non guarda in faccia a nessuno, ci racconta una storia familiare in negativo, di distruzione più che di crescita. Buttare giù quell’albero ha un senso profondo, e occorre corrodere il legno dall’interno come un tarlo. Proprio quello che Hannah diventerà per la sua famiglia.

Hannah versus l’albero è una storia di dolore e vendetta che a tratti assume i connotati di un thriller, ma che innesca pensieri complessi che vanno ad infilarsi nelle pieghe più profonde dei rapporti umani. Si parla del problema ambientale non senza tracciare un collegamento nitido e diretto con il mondo politico e sociale, con il desiderio di ricchezza.

Un esordio vincente insomma, anche perché quando si sceglie di parlare della realtà, con coraggio e senza false ipocrisie, si sceglie una strada che porterà al successo.

copertina
Autore
Leland de la Durantaye
Casa editrice
Codice Edizioni
Anno
2019
Genere
Narrativa
Formato
Brossura
Pagine
128
Traduzione
Fabio Viola
ISBN
9788875788292
Donato Bevilacqua

diDonato Bevilacqua

Proprietario e Direttore editoriale de La Bottega di Hamlin, lettore per passione e per scelta. Dopo una Laurea in Comunicazione Multimediale e un Master in Progettazione ed Organizzazione di eventi culturali, negli ultimi anni ho collaborato con importanti società di informazione e promozione del territorio. Mi occupo di redazione, contenuti e progettazione per Enti, Associazioni ed Organizzazioni, e svolgo attività di Content Manager.