I ragazzi della Nickel

I ragazzi della Nickel – Colson Whitehead

Grande ritorno in libreria per Colson Whitehead con I ragazzi della Nickel (Mondadori), un’opera che racconta uno spaccato della storia americana, un’era buia che ancora oggi, forse, non è stata del tutto dimenticata.

C’è qualcosa di già sentito forse nella storia de I ragazzi della Nickel, che si muove un po’ in quello stesso filone in cui trovano spazio capolavori come C’era una volta in America e Slepeers. Tutto però funziona a meraviglia nella scrittura di Colson Whitehead, che giustamente viene definito uno dei più grandi scrittori americani viventi non solo per la tecnica, ma per la capacità di immergersi nella storia, nel passato, e portarlo nel presente.

Siamo in Florida nei primi anni ’60, e il quartiere afroamericano della capitale Frenchtown è in subbuglio a causa dei movimenti per i diritti civili. In questo clima, e con gli insegnamenti di Marter Luther King, si forma Elwood Curtis, che è cresciuto con la nonna e che sogna di andare al college. Un giorno però la sua vita viene sconvolta da un episodio quasi insignificante, ed ecco che i sogni di una nuova vita finiscono quando viene spedito alla Nickel Academy.

Il registro del libro da qui in poi cambia notevolmente. I ragazzi della Nickel diventa inevitabilmente il racconto dei giorni passati da Elwood all’interno della scuola-riformatorio per soli maschi, in cui l’obiettivo è trasformare un delinquente in un uomo rispettabile e onesto. Quello che ne viene fuori è il racconto di un viaggio all’inferno, un tempo infinito di violenze e umiliazioni.

Colson Whitehead non si risparmia e non ci risparmia nulla: scava, descrive, si muove scrivendo come un regista con la macchina da presa. Volutamente ci mette in difficoltà perché solo restando scioccati si può capire davvero quel periodo storico, si può far davvero luce su avvenimenti lasciati nell’ombra per troppo tempo.

Dopo La ferrovia sotterranea, che gli è valso il Pulitzer e il National Book Awards, I ragazzi della Nickel è un altro romanzo magistrale di Colson Whitehead. Un successo internazionale per una storia che non ha confini, e che non aspetta altro che essere scoperta.

copertina
Autore
Colson Whitehead
Casa editrice
Mondadori
Anno
2019
Genere
Narrativa
Formato
Rilegato
Pagine
216
Traduzione
Silvia Pareschi
ISBN
9788804713227
Donato Bevilacqua

diDonato Bevilacqua

Proprietario e Direttore editoriale de La Bottega di Hamlin, lettore per passione e per scelta. Dopo una Laurea in Comunicazione Multimediale e un Master in Progettazione ed Organizzazione di eventi culturali, negli ultimi anni ho collaborato con importanti società di informazione e promozione del territorio. Mi occupo di redazione, contenuti e progettazione per Enti, Associazioni ed Organizzazioni, e svolgo attività di Content Manager.