Anime perse – Umberto Piersanti

Dentro questo libro ci sono diciotto storie vere, che sono state raccolte da Ferruccio Giovanetti nei suoi centri di recupero nel Montefeltro, e che in Anime perse (Marcos Y Marcos) sono state poi trascritte e interpretate da Umberto Piersanti.

Non sono storie normali quelle che racconta l’autore in Anime perse, sempre se di normalità si può parlare in generale. “Diciotto lampi di vita smarrite, che non sempre han trovato la pace”. Come un album fotografico conosciamo pian piano tutti i protagonisti e le loro storie, al limite e oltre il limite. Enrico, per esempio, ha tagliato la gola ad un pescatore; Mario ha sparato al vicino, Claudia ha messo fine alle sofferenze di Lucia, Luisa ha brindato alla morte del padre.

Con Anime perse scopriamo quei posti strani e troppo spesso dimenticati che sono i centri di recupero (un tempo chiamati manicomi criminali). Lì ci sono persone che per un attimo sono state accecate dalla follia, ed in quell’attimo hanno ucciso. Ferruccio Giovanetti è amministratore di una delle più importanti strutture di recupero nella regione Marche, che all’interno ospita persone di varie età, etnie, culture e che soffrono di varie patologie.

Giovanetti, insieme a Umberto Piersanti, con Anime Perse hanno creato un’opera importante perché permette ai protagonisti di queste storie di uscire dall’anonimato: così scopriamo da dove vengono, cosa è scattato nella loro testa nell’attimo della follia, cosa pensano e come vivono ora, cosa sperano o sognano.

Sì perché tutti hanno diritto ancora di sognare, tutti hanno diritto di guardarsi allo specchio e tutti hanno diritto almeno ad una seconda possibilità. Anime perse è un concentrato di immaginazione poetica e delicatezza, di racconti e parole che non lasciano spazio né alla morale né al giudizio; cose di cui, a volte, non c’è proprio bisogno.

 

Casa editrice: Marcos Y Marcos
Data di uscita: 29 marzo 2018
Genere: Narrativa
Formato
: Brossura
Pagine: 188
Isbn: 9788871688176

Donato Bevilacqua

diDonato Bevilacqua

Proprietario e Direttore editoriale de La Bottega di Hamlin, lettore per passione e per scelta. Dopo una Laurea in Comunicazione Multimediale e un Master in Progettazione ed Organizzazione di eventi culturali, negli ultimi anni ho collaborato con importanti società di informazione e promozione del territorio. Mi occupo di redazione, contenuti e progettazione per Enti, Associazioni ed Organizzazioni, e svolgo attività di Content Manager.