Giuseppe Conte

Giuseppe Conte – Sesso e apocalisse a Istanbul

Per leggere Sesso e apocalisse a Istanbul, ultimo romanzo di Giuseppe Conte (edito da Giunti), potete scegliere uno tra i tanti livelli che il libro propone. Potete anche, in effetti, utilizzarli tutti insieme, ma rischierete di fare confusione se deciderete di approcciarli insieme.

La storia è semplice: Giona Castelli è un libraio genovese in crisi lavorativa, che decide di trascorrere una vacanza a Istanbul insieme a Vero, donna sposata e sua amante segreta. Il primo livello di lettura che il libro di Giuseppe Conte propone è proprio quello dell’eros, dell’erotismo, del sesso spinto all’estremo che invade letteralmente la vita della coppia. Non a caso il libro viene presentato, secondo me sbagliando, sotto il genere “letteratura erotica”. Il titolo del libro in effetti, Sesso e apocalisse a Istanbul, definisce bene il legame ossessivo tra i due, e la piega che la storia prenderà.

C’è poi la prospettiva affascinante ed orientale che la storia letteralmente “succhia” dall’ambientazione turca: Istanbul è la città in cui si incontrano e si mescolano culture, stili di vita, storie, atmosfere e libertà. Giuseppe Conte sceglie questo posto libero e cosmopolita per tingere di nero la sua storia, e per accavallare l’ossessione di Vero di essere posseduta da uno sconosciuto, con la fatalità di un incontro pericoloso. Sesso e apocalisse a Istanbul diventa un libro che parlando delle tradizioni orientali arriva a farci scoprire cosa c’è sotto il velo del conformismo e dell’integralismo.

L’abilità di Giuseppe Conte è quella di unire e intrecciare la vita culturale dell’Islam con la cronaca recente, l’immaginario erotico con le paure, l’integralismo con l’Occidente. In questo miscugli, forse troppo aggrovigliato che è Sesso e apocalisse a Istanbul, i livelli si alternano velocemente, la bussola rischia di perdersi troppo in fretta e noir ed eros sembrano, più che due facce della stessa medaglia, la stessa unica faccia di due medaglie diverse.

copertina
Autore
Giuseppe Conte
Casa editrice
Giunti
Anno
2018
Genere
Narrativa
Formato
Rilegato
Pagine
224
ISBN
9788809850538
Donato Bevilacqua

diDonato Bevilacqua

Proprietario e Direttore editoriale de La Bottega di Hamlin, lettore per passione e per scelta. Dopo una Laurea in Comunicazione Multimediale e un Master in Progettazione ed Organizzazione di eventi culturali, negli ultimi anni ho collaborato con importanti società di informazione e promozione del territorio. Mi occupo di redazione, contenuti e progettazione per Enti, Associazioni ed Organizzazioni, e svolgo attività di Content Manager.