Alessio Torino

Al centro del mondo – Alessio Torino

Le radici profonde e la storia familiare di provincia sono il fulcro di Al centro del mondo, il nuovo romanzo di Alessio Torino che è ambientato nelle campagne marchigiane.

Si può difendere la propria terra dal progresso e dallo scorrere del tempo? Al centro del mondo è una storia di passato e di presente, di forza e resistenza.

ECCO IL NOSTRO SHOP – T-SHIRT, FELPE E TAZZE DEI ROMANZI PIU’ FAMOSI

Shop

La trama

Villa la Croce è un piccolo borgo nelle colline marchigiane, una piccola comunità ribattezzata Villa dei Matti. Qui vivono Damiano Bacciardi, sua nonna Adele, suo nonno chiuso nel silenzio e suo zio Vince, detto il Gorilla.

Questa terra è ricca di leggende: il miele dei Bacciardi fa ingravidare le donne, e la quercia dove si è suicidato il padre di Damiano è tornata a far foglie. Damiano è un ragazzo fatto di ansia e violenza, segue la natura, sente il suono degli animali e sa riconoscere la presenza del Male e del Demonio.

Zio Vince sta tramando la vendita della terra a gente che viene da lontano, persone che Damiano si immagina con la faccia demoniaca come quella di Trump. Il ragazzo è deciso a difendere la sua terra, la memoria della sua famiglia e la bellezza della natura in cui è cresciuto, insieme ad incubi, deliri e dolcezza.

Quando la nonna muore, la vendita si fa più concreta: è qui che Damiano risponde ad un impulso sempre vivo in lui, ed ecco che la voglia di riscatto prende il sopravvento, forte e severa come la presenza di un albero secolare.

Al centro del mondo – La recensione

Alessio Torino prosegue nel percorso letterario iniziato ormai qualche anno fa, mescolando la ricerca delle emozioni con la storia familiare. Al centro del mondo c’è un piccolissimo borgo di provincia, che rappresenta un universo enorme e che segna il contrasto tra tradizione e progresso.

In questo binomio tra un passato da preservare e un presente che è sempre più proiettato verso un futuro privo di umanità, si accende la scintilla di un ragazzo che si oppone al progresso che cancella i sentimenti, i ricordi e la memoria.

Alessio Torino crea un personaggio, Damiano Bacciardi, che è il simbolo di una generazione attualissima che segue Greta Thunberg: un alfiere del bene che inizia una spietata guerra contro il male. Il ragazzo è l’ultimo di una dinastia di “idioti”, di una famiglia che il paese ha sempre considerato ai margini, fuori dal gioco di squadra.

Così, Al centro del mondo (Mondadori) ricorda in qualche modo la letteratura di Paolo Volponi (nella rappresentazione dell’animo di provincia), l’America contadina e isolata di Faulkner e McCarthy. Ecco perché questo libro è una storia di resistenza, di una battaglia che va dalla provincia al mondo, di Don Chisciotte ormai unici che non vogliono mollare.

copertina
Autore
Alessio Torino
Casa editrice
Mondadori
Anno
2020
Genere
Narrativa
Formato
Rilegato
Pagine
264
ISBN
9788804724667
SOSTIENI LA BOTTEGA

La Bottega di Hamlin è un magazine online libero e la cui fruizione è completamente gratuita. Tuttavia se vuoi dimostrare il tuo apprezzamento, incoraggiare la redazione e aiutarla con i costi di gestione (spese per l'hosting e lo sviluppo del sito, acquisto dei libri da recensire ecc.), puoi fare una donazione, anche micro. Grazie

diDonato Bevilacqua

Proprietario e Direttore editoriale de La Bottega di Hamlin, lettore per passione e per scelta. Dopo una Laurea in Comunicazione Multimediale e un Master in Progettazione ed Organizzazione di eventi culturali, negli ultimi anni ho collaborato con importanti società di informazione e promozione del territorio. Mi occupo di redazione, contenuti e progettazione per Enti, Associazioni ed Organizzazioni, e svolgo attività di Content Manager.