Zerocalcare

Zerocalcare – Scheletri

Tra i libri più apprezzati degli ultimi mesi del 2020 c’è sicuramente Scheletri di Zerocalcare. Un nuovo fumetto che porta i lettori dentro una sorta di thriller, con qualche tinta pulp, e di una storia in cui è impossibile non affrontare i propri demoni.

Zerocalcare ancora una volta mescola magistralmente il fumetto, la narrativa e l’autobiografia, per creare quello stile inconfondibile in cui ogni strana storia personale diventa il modo per raccontare un po’ di sé, dei propri sogni, dei propri desideri e delle paure dell’intera generazione che l’artista rappresenta.

SCOPRI IL NOSTRO SHOP ONLINE E SCEGLI TRA TANTI PRODOTTI A TEMA LETTERARIO

Shop gennaio

La trama

Un dito mozzato ritrovato davanti casa dell’autore. Inizia così Scheletri, e da lì inizia anche un racconto che va indietro nel tempo per narrare com’era la sua quotidianità.

Il protagonista è Zerocalcare all’età di diciotto anni, che ogni mattina invece di andare all’Università come dice alla madre, si reca alla metro B di Roma, e lì passa le giornate osservando il mondo e i pendolari, cercando di scappare dalla vita quotidiana.

Proprio qui incontra un ragazzo più giovane, Arloc, con il quale inizia a condividere la strana sensazione di non riuscire a controllare le proprie ansie, la voglia di nascondersi da tutto e di non voler affrontare la vita, lasciandosi scorrere tutto addosso. Questo incontro porterà il protagonista ad uscire dal proprio guscio, sconvolgerà il suo equilibrio, ma solo dopo una vera “terapia d’urto”.

Siamo a Roma, precisamente a Rebibbia, nel quartiere dove vive l’autore. Attorno alla storia principale ruotano come sempre una serie di personaggi che i lettori di Zerocalcare conoscono ormai molto bene. Ci sono le case popolari, gli incontri di sempre, e poi ci sono due elementi per così dire “nuovi”, cioè il sangue e la droga. Così il racconto si fa diverso dagli altri, per diventare «più efferato del solito», come lo ha definito lo stesso Zerocalcare.

Scheletri di Zerocalcare – La recensione

Scheletri ( Bao Publishing) è un romanzo grafico che si muove al confine tra immaginazione e realtà, e che attraversa a linea temporale per saltare tra l’oggi e vent’anni fa, tra il presente, il passato e la paura del futuro.

Un dito mozzato, un mistero ed una bugia quotidiana. Sono questi gli elementi che danno vita alla nuova storia di Zerocalcare, che però in realtà ci parla di mostri e fantasmi che popolano le nostre vite e le nostre giornate, e che l’autore mette insieme come una specie di thriller. Inizia così una lotta contro i demoni che ognuno di noi si porta dentro.

L’incontro con Arloc sarà una rivelazione per il nostro protagonista, perché lo metterà di fronte alla possibilità che ci siano altri ragazzi, come lui, che si trovano in difficoltà nell’affrontare la vita, magari dovendo gestire ansie e demoni molto più grandi e difficili da sconfiggere. E mano a mano che il loro rapporto si stringe, questi demoni si confondono con la periferia romana e col mondo dello spaccio.

Allora Scheletri si tinge di un pizzico di pulp che aiuta il thriller, raccontando di quartieri al margine, di personalità e personaggi al confine, di un’intera generazione che non è pronta per guardare al mondo con serenità e che perciò si chiude in se stessa.

Zerocalcare crea un romanzo illustrato di formazione, perché racconta bene il passaggio tra la fine dell’adolescenza e la vita adulta, e come in tutte le storie di formazione deve fare  conti con le proprie ombre, con, appunto, i propri Scheletri. Una riflessione più profonda insomma rispetto agli altri suoi lavori, senza mai tralasciare però quel misto di serietà ed autoironia che lo caratterizza da sempre.

Questo libro è fatto da pagine che si divorano una dopo l’altra, perché Zerocalcare ha quella capacità unica di farti divertire e al tempo stesso di farti riflettere, di farti provare in un colpo solo tristezza, gioia e angoscia. C’è una sorta di filo diretto che lo lega ai suoi lettori, che mai come questa volta riescono a capire cosa prova lui, come si sente nel mondo.

Scheletri è un concentrato di azione ed emozione, una storia che guarda al di fuori ma anche all’universo che ognuno di noi si porta dentro, non sempre rassicurante ed accogliente. Perché molto spesso vorremmo che tutto rimanesse immobile, immutabile, fisso come su una tavola di un disegno. E invece di colpo tutto cambia, e restano mostri e scheletri a farci compagnia.

copertina
Autore
Zerocalcare
Casa editrice
Bao Publishing
Anno
2020
Genere
Narrativa
Formato
Rilegato
Pagine
240
ISBN
9788832734898
SOSTIENI LA BOTTEGA

La Bottega di Hamlin è un magazine online libero e la cui fruizione è completamente gratuita. Tuttavia se vuoi dimostrare il tuo apprezzamento, incoraggiare la redazione e aiutarla con i costi di gestione (spese per l'hosting e lo sviluppo del sito, acquisto dei libri da recensire ecc.), puoi fare una donazione, anche micro. Grazie

Donato Bevilacqua

diDonato Bevilacqua

Proprietario e Direttore editoriale de La Bottega di Hamlin, lettore per passione e per scelta. Dopo una Laurea in Comunicazione Multimediale e un Master in Progettazione ed Organizzazione di eventi culturali, negli ultimi anni ho collaborato con importanti società di informazione e promozione del territorio. Mi occupo di redazione, contenuti e progettazione per Enti, Associazioni ed Organizzazioni, e svolgo attività di Content Manager.