Black Mirror

Black Mirror. memorie dal futuro – Damiano Garofalo

È ormai da tempo un dato di fatto: le serie tv sono entrate a far parte della nostra cultura ed alcune di esse sono già dei classici, al pari dei grandi film o dei capolavori della letteratura.

Damiano Garofalo, docente e ricercatore presso l’Università “La Sapienza” di Roma, con un’accurata analisi ci conduce nel mondo della fortunata serie britannica Black Mirror, creata da Charlie Brooker nel 2011 e tuttora in corso.

Il libro Black Mirror. Memorie dal futuro è alla terza ristampa per la casa editrice Edizioni Estemporanee, nella collana Repetita, dove compaiono altri volumi dedicati alle serie Gomorra, Fargo, Game of Thrones, Homeland.

Black Mirror è una serie antologica, dove cioè i personaggi e le ambientazioni cambiano di episodio in episodio, però con un fil rouge: il controverso rapporto uomo-tecnologia. In particolare, si parla di quello “schermo nero” che anche da spento sembra essere attivo e vigile: lo schermo di uno smartphone, di un pc, di un televisore o di una videocamera di sorveglianza…

Il saggio si propone di esaminare gli episodi dal punto di vista tematico. I riferimenti culturali che affiancano l’indagine di Damiano Garofalo sono numerosi e vari: Vigotskij,  Benjamin e Foucault, Stanley Kubrick e David Lynch per citarne solo alcuni; ci si muove con rapidi collegamenti tra filosofia, antropologia, film e serie tv di varie epoche. Non mancano esempi di vicinanza tra specifici episodi di Black Mirror e mondo reale, a partire dai Google glasses fino alla recente creazione di case di riposo allestite come finte città.

Imperdibili le pagine in cui si narra di un episodio tra i più importanti ed amati della serie, San Junipero: l’autore qui ci svela il motivo del sottotilo del suo libro, parlandoci di memoria collettiva digitale, sempre meno personale, sempre più fondata su ricordi artificiali e sul come vorremmo apparire.

Se avete amato questa serie tv, fate un tuffo tra le pagine di Black Mirror. Memorie dal futuro, dense di spunti di riflessione e profonda conoscenza di ciò che l’autore Damiano Garofalo  studia e insegna; se invece non avete ancora affrontato la visione di Black Mirror, recuperate in fretta: la stagione autunnale si presta assolutamente allo scopo e i tempi che corrono…anche!

 «Quello che avete al momento tra le mani, insomma, è un libro che parla di Black Mirror, dunque di un presente che è ormai passato e che, nel momento in cui viene messo in scena, si configura già come futuro».

 

copertina
Autore
Damiano Garofalo
Casa editrice
Edizioni Estemporanee
Anno
2018
Genere
saggistica
Formato
Brossura
Pagine
93
ISBN
9788889508831
Marta Lilliù

diMarta Lilliù

Sono nata ad Ancona nel 1985 e sono cresciuta ad Osimo. Sono laureata in Lettere (Università degli Studi di Macerata) con una tesi in Storia Moderna sulle Suppliche del XVIII sec. dell’Archivio Storico di Osimo. Sono diplomata in Pianoforte e in Clavicembalo (Conservatorio “G.Rossini” di Pesaro).
Dal 2012 abito e lavoro in Liguria, dove ho approfondito l’ambito della didattica musicale (abilitandomi all’insegnamento del Pianoforte presso il Conservatorio “N.Paganini” di Genova) e della didattica speciale, cioè rivolta al Sostegno didattico ad alunni con disabilità (Università degli Studi di Genova). Ho vissuto a Chiavari e Genova. Attualmente vivo a Sestri Levante, dove annualmente si svolgono il Riviera International Film Festival e il Festival Andersen.
Sono docente di Pianoforte a tempo indeterminato a Levanto, Monterosso e Deiva Marina.
Abbandono talvolta la Liguria per muovermi tra le Marche e Londra, città in cui ricopro ufficialmente il ruolo di...zia!