Gli Interpol parlano dell'ex bassista Carlos Dengler

Il grande assente su El pintor, il nuovo (e ottimo: leggete la nostra recensione in anteprima) album degli Interpol, in uscita il 9 settembre, è lo storico bassista Carlos Dengler, alias Carlos D. Il musicista ha lasciato la band nel 2010, subito dopo la registrazione del quarto e omonimo album degli Interpol.

Che fine ha fatto? La band sembra non avere troppa intenzione di scoprirlo. «Se avessi avuto 10 anni in meno, probabilmente avrei ficcato il naso in giro e avrei cercato di capire cosa sta facendo ora», ha raccontato il batterista Sam Fogarino al New Musical Express. Oggi, invece, l’unico contatto è indiretto, tramite amici comuni. Tuttavia, Fogarino dichiara di aver apprezzato il contributo dato da Carlos D ai dischi della band. «L’apporto di Carlos alla band era una componente importante del sound. Non puoi eliminarla. Paul [Banks, il frontman degli Interpol: è lui che in El pintor ha suonato il basso, n.d.r.] ha un grande rispetto per il lavoro di Carlos, indipendentemente da quello che ha fatto. Non può essere una questione di forma».

(Gli Interpol con Carlos D nel 2005)

Quattro anni fa, sembra che Carlos D (che attualmente lavora come DJ e autore di soundtrack per film e tv) lasciò la band perché era stufo della vita on the road e della celebrità. Sembrava anche che questo dovesse comportare la fine degli Interpol, ma Paul Banks era sicuro che le cose sarebbero andate diversamente. E infatti tra qualche giorno arriverà nei negozi El pintor, il quinto album, preceduto dagli ottimi singoli All the rage back home, Ancient ways e Anywhere. «C’è un’analogia con la chimica che mi piace: prima eravamo un composto di quattro molecole ed ora siamo un composto a tre molecole – ha spiegato Banks in un’intervista a Rolling Stone (in cui anche lui specifica di non sentire più Carlos D) -. Un composto a base di tre molecole non è più debole. Più essere più forte o più radioattivo. Perciò sento che gli Interpol oggi siano un nuovo animale, e credo che questo renda il disco emozionante».

Prioprio in queste ore, è comparso online un altro brano tratto dalle session del disco, The depts, non inserito nella tracklist. Potete ascoltarlo qui sotto:

Il nuovo tour degli Interpol toccherà anche l’Italia: l’appuntamento è il 30 gennaio al Fabrique di Milano. I biglietti sono in vendita su TicketOne.