In un chiaro, gelido mattino di gennaio all’inizio del ventunesimo secolo

In un chiaro, gelido mattino di gennaio all’inizio del ventunesimo secolo è l’opera visionaria di Roland Schimmelpfennig, libro di punta di Fazi Editore in questo inizio di 2019. Un insieme di personaggi che ruotano attorno alla figura di un lupo solitario.

SCOPRI LE NOSTRE RECENSIONI DI NARRATIVA

Tutto ha inizio con l’immagine di un lupo solitario che In un chiaro, gelido mattino di gennaio all’inizio del ventunesimo secolo sta spostandosi verso Berlino attraverso il confine polacco-tedesco. Lo vedono un manovale bloccato in autostrada e la sua compagna, che decidono di scattare una foto.

L’opera di Roland Schimmelpfennig (esordio letterario per quello che è il drammaturgo tedesco più tradotto al mondo) è una vera e propria commedia corale attorno alla figura del lupo, in cui si muovono, oltre al manovale e alla compagna, due adolescenti che scappano di casa per raggiungere Berlino, un padre alcolista che scappa dalla clinica in cerca dei ragazzi, una madre depressa che torna nei luoghi dell’infanzia, ed un cileno proprietario di un locale che ospita i due ragazzi.

Tutto ruota attorno alla figura dell’animale, anche quando non c’è, anche quando non si vede. Ogni pezzo di storia è un misto di paura, sensazioni ed attrazione verso il lupo, che prima si nasconde, poi fa solo percepire la sua presenza. Poi ecco che appare dove non se lo aspetta nessuno.

Un senso di continua ricerca pervade le pagine di In un chiaro, gelido mattino di gennaio all’inizio del ventunesimo secolo, come se ogni personaggio ricalchi lo stesso copione che comprende il cercare, il perdersi, il morire e il ritrovarsi. Questa commedia, questa fiaba di confine tra la città e il “resto”, non lascia spazio allo stile estremo e al contorno: ciò che conta, nel minimalismo di Roland Schimmelpfennig, è una Berlino essenziale ma soprattutto i dettagli di ogni scena, che volta per volta lasciano trasparire un enorme senso di sospensione, di attesa e paura.

copertina
Autore
Roland Schimmelpfennig
Casa editrice
Fazi
Anno
2019
Genere
Narrativa
Formato
Brossura
Pagine
230
Traduzione
Stefano Jorio
ISBN
9788893252027
Donato Bevilacqua

diDonato Bevilacqua

Proprietario e Direttore editoriale de La Bottega di Hamlin, lettore per passione e per scelta. Dopo una Laurea in Comunicazione Multimediale e un Master in Progettazione ed Organizzazione di eventi culturali, negli ultimi anni ho collaborato con importanti società di informazione e promozione del territorio. Mi occupo di redazione, contenuti e progettazione per Enti, Associazioni ed Organizzazioni, e svolgo attività di Content Manager.