Ignacio Escolar – 31 notti

Sarà forse per la professione di Ignacio Escolar, giornalista e blogger spagnolo, che il protagonista di questo romanzo, 31 notti, è proprio un cronista catapultato in un clima torbido e buio di una Madrid a noi quasi sconosciuta. Nato a Burgos nel 1975, Escolar (detto Nacho), è un personaggio importante della scena pubblica, politica e culturale del suo Paese, dirige il periodico “eldiario.es” e crea opinione con i suoi interventi radiofonici e televisivi, e il suo profilo Twitter è uno dei più seguiti in Spagna.

Anche 31 notti, pubblicato in Italia da Marcos y Marcos, ha suscitato numerose reazioni, sia in rete che nella stampa ufficiale, e si pone come un noir molto particolare, che fa dello stile cinematografico il suo punto di forza e magari chissà, non sarà una sorpresa vederne una trasposizione cinematografica a breve. Nei sottofondi di Madrid, accade tutto in 31 notti d’agosto, raccontate in maniera concitata in ognuno dei 31 capitoli di cui è formato il libro. Nel caldo dell’estate spagnola c’è la Premium, la discoteca che è diventata il vero regno dei narco-trafficanti. In quell’ambiente di perdizione Escolar ci presenta ogni tipo di umanità spinta al limite, e i bagni si confondono con stanze con pareti foderate di plastica e secchi colmi di acido solforico. Alek, fermo sulla porta d’ingresso, è il buttafuori della Premium: accento polacco, due metri e mezzo di altezza e occhi attenti per guardarsi intorno. E come nelle migliori sceneggiature non può mancare il poliziotto corrotto (Velasco) e la cameriera che si concede senza problemi (Vicky).

Ignacio Escolar crea un eroe per questa storia, e poi lo getta letteralmente in pasto agli eventi ed al calore di quell’estate, di quei quartieri, di quei bassifondi. Il nostro eroe è una persona semplice: giornalista, sposato con due figli, un mutuo da pagare e una macchina che da problemi. E come tutti i giornalisti (e questo Escolar lo sa bene), va alla ricerca di uno scoop quando inizia a passare le sue notti in quella discoteca. Lui non sa che sta scherzando con il fuoco, e capirà bene cosa si nasconde nel buio di Madrid dopo la sparatoria tra messicani e colombiani, che rischia di farlo tornare indietro.

Insomma, tra dialoghi serrati e plausibili, personaggi ben caratterizzati, ritmo frenetico e umorismo nero, Escolar non sbaglia la sua prima esperienza letteraria. Dopo aver superato le notti, però, lo attendiamo all’esame del giorno, per capire se il suo stile possa fare un salto di qualità e contribuire a regalarci un noir che, oltre ai colpi di pistola e al sangue, ci tenga davvero in ansia e ce le faccia passare insonni, quelle notti.

ISBN
9788871687025
SOSTIENI LA BOTTEGA

La Bottega di Hamlin è un magazine online libero e la cui fruizione è completamente gratuita. Tuttavia se vuoi dimostrare il tuo apprezzamento, incoraggiare la redazione e aiutarla con i costi di gestione (spese per l'hosting e lo sviluppo del sito, acquisto dei libri da recensire ecc.), puoi fare una donazione, anche micro. Grazie

Donato Bevilacqua

diDonato Bevilacqua

Proprietario e Direttore editoriale de La Bottega di Hamlin, lettore per passione e per scelta. Dopo una Laurea in Comunicazione Multimediale e un Master in Progettazione ed Organizzazione di eventi culturali, negli ultimi anni ho collaborato con importanti società di informazione e promozione del territorio. Mi occupo di redazione, contenuti e progettazione per Enti, Associazioni ed Organizzazioni, e svolgo attività di Content Manager.