Ben Affleck: «Il mio Batman non sarà come Daredevil»

Poche volte abbiamo rischiato una rivolta popolare come in occasione dell’annuncio di Ben Affleck come nuovo interpretete di Batman nel film di Zack Snyder, Batman vs Superman: Dawn of justice. Il motivo di tanta ostilità non era dato solamente dalla pesante eredità lasciata da Christopher Nolan e da Christian Bale, ma soprattutto da quella precedente esperienza di Affleck nel mondo dei cinefumetti, nel 2003 con Daredevil, che lo avevo condannato all’esilio da ogni successiva partecipazione a film tratti da comics.

Qualche mese dopo quell’annuncio e a riprese in svolgimento, Ben Affleck torna a parlare di quell’esperienza, di tutti i rimpianti e di come il suo ritorno da supereroe questa volta sarà diverso. «E’ normale che abbia dei rimpianti riguardo a Daredevil, come li ho per tutti i film che non sono stati realizzati bene… Se avessi pensato che stessimo rifacendo Daredevil, mi sarei picchettato da solo. E questo vale anche per gli altri film di cui non sono stato contento. Sono duro con me stesso quando si tratta del mio lavoro. Ho degli standard molto alti e voglio sempre fare qualcosa di buono, a prescindere dal successo che avrà. Penso che una motivazione del genere si fondamentale. Batman vs Superman infatti è stato scritto da Chris Terrio, lo sceneggiatore di Argo, che non è un tipo da fumetti. Ed è diretto da Zack Snyder, un vero e proprio stilista dell’immagine, che invece è magico quando si immerge nei fumetti. Mi trovavo di fronte quindi a questo “sandwich” di talenti e mi sentivo molto fiducioso a riguardo. Batman ha una grande sceneggiatura, un regista di grande talento, uno studio forte, intelligente e con esperienza, quindi è molto eccitante lavorare in queste condizioni».

Affleck ha poi parlato in maniera entusiasta dello stile lavorativo di Snyder: « Zack ha una energia incredibile. Lavora veramente duro. La mattina va in paelstra e poi si mette a fare lo storyboard di ogni singola inquadratura, che è una quantità di lavoro enorme. E poi ha un grande talento visivo. Non riuscirei mai a fare un inquadratura come la fa lui. I film d’azione richiedono molti giorni di lavoro e coinvolgono un sacco di acrobazie e di effetti visivi eppure con lui mi sto divertendo tantissimo a girarle. Da Zack ho imparato a gestire gli effetti visivi, che sono divenatati ormai all’avanguardia, e come integrarli all’interno della storia».

Ben Affleck, in questi giorni è nei cinema americani con il film di David Fincher, Gone girl, mentre per vederlo nei panni di Batman dovremo aspettare marzo 2016. Di seguito il trailer di Gone girl.