Bernard Sumner tra Joy Division e New Order: l’autobiografia

Il prossimo 25 settembre arriverà nelle librerie americane Chapter and verse – New Order, Joy Division and me, l’autobiografia di Bernard Sumner.

Nel libro, Sumner, chitarrista e tastierista, racconta la sua infanzia, i primi giorni con i Joy Division (che contribuì a fondare nel 1977), il successo e, ovviamente, la morte tragica di Ian Curtis, suicidatosi il 18 maggio del 1980. Da lì, la nascita dei New Order, che scriveranno alcune tra le pagine più belle del pop sintetico, e l’esperienza all’Haçienda, un club di Manchester che, dal 1982 al 1997, fu il centro della scena indie e “Madchester”.

Nel libro trovano posto anche figure come Peter Hook (l’altro fondatore dei Joy Division, che l’anno scorso aveva pubblicato il libro Unknown pleasures: inside Joy Division), il titolare della Factory Records Tony Wilson e il manager Rob Gretton, ovvero i due ideatori e finanziatori della Haçienda, e il geniale produttore Martin Hannett (l’uomo dietro i capolavori dei Joy Division, Unknown pleasures e Closer).

Chapter and verse – New Order, Joy Division and me arriverà nelle librerie e negli store digitali per la Bantam Press. L’editore promette un volume «spesso divertente e a tratti completamente fuori controllo». Ecco la copertina del libro: