Iggy Pop "torturato" nella campagna di Amnesty International

Iggy Pop come il Dalai Lama (e contro Justin Bieber). Il grande rocker americano è infatti tra i protagonisti della nuova campagna di Amnesty International Belgium anti-tortura, ribattezzata “Stop torture!”. Pop campeggia infatti su un manifesto che lo mostra contuso e ferito, come fosse stato pestato a sangue, e che gli attribuisce una dichiarazione: «Il futuro del rock’n’roll è Justin Bieber». Sotto, il claim della campagna: «Torturate un uomo e vi racconterà qualsiasi cosa». Altri testimonial della campagna sono appunto il Dalai Lama e il designer Karl Lagerfeld.

Ecco il manifesto con Pop: