Robert Fripp: «Ecco i nuovi King Crimson»

Tramite un post sul suo diario online, Robert Fripp ha annunciato che i suoi King Crimson torneranno sulle scene.

«I King Crimson si stanno muovendo – scrive il chitarrista -. La nuova formazione sarà molto diversa che in passato: sette musicisti, quattro inglesi e tre americani, con tre batteristi». Stando alle prime indiscrezioni, la line up potrebbe essere composta da Gavin Harrison (Porcupine Tree), Bill Rieflin (R.E.M.) e Pat Mastelotto alla batteria, Tony Levin al basso, Mel Collins al sax e Jakko Jakszyk alla chitarra.

«Tutti i componenti dei Crimson hanno espresso una grande emozione per il ritorno. A causa del gran numero di impegni di tutti i componenti, ci vorrà un anno (di prove) prima che i King Crimson siano in grado di esibirsi», ha continuato nella nota Fripp.

Insomma, tutti contenti, meno forse Adrian Belew, ex componente della band, che non sarà della partita. Tramite la sua pagina Facebook, il chitarrista ha fatto sapere che «dopo trentadue anni non faccio più parte dei King Crimson». «Robert [Fripp, n.d.r] mi ha informato tramite email che stava mettendo in piedi una versione con sette musicisti della band. Mi ha detto che non sarei stato quello giusto per il tipo di formazione che stava allestendo». Al momento, Belew (che ha da poco lasciato i Nine Inch Nails, dopo un breve periodo di militanza) è impegnato con un nuovo progetto, i Flux, e l’anno prossimo porterà in tour in Europa il Crimson Project, una «celebrazione della musica dei King Crimson che io, Tony e Pat [Levin e Mastellotto, n.d.r.] abbiamo contribuito a creare». «La vita è grandiosa», conclude il musicista, che si dichiara comunque «felice con ciò con cui essere felice» citando il titolo di un EP dei Crimson (Happy with what you have to be with).

L’annuncio del ritorno dei King Crimson arriva dopo un anno dal ritiro dalle scene di Fripp, che nel 2012 aveva dichiarato al Financial Times che la musica era diventata «un esercizio di futilità senza gioia». L’ultimo LP dei King Crimson è The power to believe (2003), anche se nel 2011 era uscito A scarcity of miracles: a King Crimson projeKct, inciso da Jakszyk, Fripp e Collins.