Carlene Thompson – Il nostro segreto

Il nostro segreto non è il primo libro giallo scritto da Carlene Thompson. E con “giallo” non intendo solo la copertina. Al suo attivo ha una decina di thriller: la maggior parte tradotti e pubblicati da Marcos y Marcos. La casa editrice ne parla tanto bene di Carlene Thompson. Dicono che scrive da quando ha otto anni, e che si vede. Ma leggerlo è stata una cattiva idea. E come tutte le cattive idee lì per lì mi è sembrata una cosa giusta. Dotato di una quarta di copertina interessante, Il nostro segreto ha una straordinaria caratteristica che lo rende un libro unico: potrebbe vivere solo della sua quarta. Perché la tensione non sale e l’adrenalina di cui tanto si parla, il mistero, quello non c’è. C’è invece questa Gretchen, che è come lo zucchero filato: dolce, delicata e quasi effimera, una bellissima pianista di ventuno anni che si trova in mezzo a una di quelle feste in cui sono tutti un po’ brilli e decide di salire sul cornicione. Decisamente una mossa sbagliata, visto che il caro Dillon finge di aiutarla ma in realtà la spinge giù, uccidendola. Lo vedono tutti. Quindi sembra evidente che Dillon è un assassino, ma al momento del processo… nessuno ha visto niente. È come se questo Dillon tenesse in pugno tutti i testimoni con i suoi ricatti, o con chissà cosa. Una trama interessante, vero? Peccato che a tanta trama non corrisponda altrettanta suspense e voglia di stupire, di dipingere delle immagini. Sulla storia inutile aggiungere altro, le recensioni che troverete su internet la riportano quasi integralmente, e questo dovrebbe bastare a farvi sorgere un sano sospetto.

Proprio come acqua questo romanzo scorre via senza lasciare una sola sensazione. Scorre via senza lavare nulla e senza bagnare niente. Questione di gusti, naturalmente. Perché di questo libro non troverete una sola recensione negativa. Oh sì, potete dire di tutto: che Carlene Thompson è la nuova voce della narrativa americana, che i suoi romanzi sono belli, belli, belli. Ma questo qui vi annoierà a morte. E se davvero lo troverete bello, allora contattatemi all’indirizzo della redazione e convincetemi del contrario, ché si può sempre cambiare idea. Vediamo se ci riuscite.

SOSTIENI LA BOTTEGA

La Bottega di Hamlin è un magazine online libero e la cui fruizione è completamente gratuita. Tuttavia se vuoi dimostrare il tuo apprezzamento, incoraggiare la redazione e aiutarla con i costi di gestione (spese per l'hosting e lo sviluppo del sito, acquisto dei libri da recensire ecc.), puoi fare una donazione, anche micro. Grazie