Oliver Stone

Si intitola Cercando la luce, ed è l’autobiografia di Oliver Stone in uscita lo scorso 27 agosto per La Nave di Teseo. Il libro esce nella collana Oceani tradotto da Carlo Prosperi. Nell’autobiografia ci sono l’infanzia, il Vietnam da volontario, il successo, i retroscena di Hollywood, i film che hanno fatto la storia del grande schermo. L’autobiografia intima e avvincente di un maestro del cinema, un ritratto spietato dell’America e dello star system, dei suoi sogni e dei suoi fantasmi.

Mary Shelley

Fino al 1970 Mary Shelley era conosciuta, appunto, solo per il famoso romanzo, che ha subito numerosi adattamenti teatrali e cinematografici. Nel corso degli anni, però, gli studi si sono concentrati su altri suoi romanzi storici ed apocalittici. Ecco dunque i libri più importanti scritti da Mary Shelley nel corso della sua carriera; romanzi che valgono la pena di essere letti.

Jorge Luis Borges

Jorge Luis Borges è stato un grandissimo scrittore argentino, ma anche un grande poeta, un traduttore, un saggista, filosofo ed accademico. Le sue opere hanno reso la letteratura filosofica e fantastica qualcosa di accessibile e di nuovo. Qui vi consigliamo 5 libri di Jorge Luis Borges assolutamente da non perdere per comprendere il suo genio ed il suo stile.

Antonio Scurati

Antonio Scurati torna protagonista in questi giorni, e ripropone il volume Il tempo migliore della nostra vita, edito da Bompiani. Questo libro ha preceduto M. Il figlio del secolo, grande successo con il quale Antonio Scurati ha vinto il Premio Strega 2019.

Nick Hornby

Cosa può fare un individuo a cui piace scrivere? Scrivere ovviamente. Ma da qui a essere paroliere, critico musicale e letterario, sceneggiatore, giornalista e naturalmente scrittore, ne passa! Eppure questo prolifico ed eclettico personaggio inglese, che risponde al nome di Nick Hornby, ci riesce. E anche bene.

Arturo Bandini

Il nome di John Fante è indissolubilmente legato a quello del suo personaggio Arturo Bandini, come Mogol a Battisti, Beethoven alla Nona. E come spesso accade l’uno finisce per subire l’altro, per rimanerne contagiato. Così fu per John Fante e il suo protagonista, alter ego di quello che avrebbe voluto essere e che non ha mai goduto appieno di essere diventato.