Benjamín Labatut

Benjamín Labatut – Quando abbiamo smesso di capire il mondo

Benjamín Labatut ha deciso di insinuarsi in quel confine che segna il momento in cui l’uomo ha deciso di abbandonare le conoscenze pregresse per tuffarsi nella scienza moderna.

E lo fa con Quando abbiamo smesso di capire il mondo, un prezioso volume edito da Adelphi che è il terzo libro di Benjamín Labatut, e che è apparso per la prima volta nel 2020.

T-SHIRT, FELPE, TAZZE, MOUSE PAD E SHOPPER DEDICATI AI ROMANZI PIU’ FAMOSI

Il libro

Nella serie di racconti che compongono il libro di Benjamín Labatut, troviamo una serie di personaggi particolari ed affascinanti.

Un’alchimista, all’inizio del ‘700, infierisce sulle sue cavie e scopre per caso il primo colore sintetico. Lo chiama blu di Prussia, si lascia alle spalle quell’episodio e prosegue nella ricerca dell’elisir.

Un brillante chimico al servizio del Kaiser, Fritz Haber, si esalta quando scopre che i nemici non hanno difese contro il composto che ha inserito nelle bombole, e quando intuisce che dal cianuro di idrogeno estratto dal blu di Prussia si può ottenere un forte pesticida, lo Zyklon.

Il giovane Heisenberg invece si rende conto, durante la sua convalescenza, che forse il traguardo sta proprio nello smettere di capire il mondo come lo si era compreso fino a quel momento e avventurarsi verso una forma di comprensione nuova.

Quando abbiamo smesso di capire il mondo di Benjamín Labatut – La recensione

Questo salto nel buio che ha decretato l’inizio di una nuova era nella scienza e nell’umanità, porta con sé un fascino particolare ma anche un certo terrore. L’ignoto, in ogni sua forma, mette l’uomo di fronte alla possibilità dell’errore, al cambiamento.

Benjamín Labatut sceglie questa strada anche nel creare il suo ultimo libro, che si presenta come una serie di racconti che esplorano alcuni momenti importantissimi per l’umanità. L’autore li inserisce nella narrazione come scene o fotografie che immortalano gli attimi che hanno decretato la nascita della scienza moderna.

Quando abbiamo smesso di capire il mondo è un volume singolare e appassionante, perché unisce storia e narrazione, scienza e fiction. Ne viene fuori un percorso unico, intricato, lunghissimo e pieno di sfumature, che il lettore potrà decidere di seguire fino in fondo, scoprendo le conseguenze estreme.

Se avrete voglia di lasciarvi prendere per mano da Benjamín Labatut non ve ne pentirete: scoprirete come in un attimo può cambiare il futuro di un uomo e dell’intera umanità. Come il caso o il destino facciano la loro parte nel più grande carrozzone della Storia. Come un autore, con la sua bravura, sia stato in grado di mettere tutto questo in un libro.

copertina
Autore
Benjamín Labatut
Casa editrice
Adelphi
Anno
2021
Genere
Narrativa
Formato
Brossura
Pagine
200
Traduzione
Lisa Topi
ISBN
9788845935183
SOSTIENI LA BOTTEGA

La Bottega di Hamlin è un magazine online libero e la cui fruizione è completamente gratuita. Tuttavia se vuoi dimostrare il tuo apprezzamento, incoraggiare la redazione e aiutarla con i costi di gestione (spese per l'hosting e lo sviluppo del sito, acquisto dei libri da recensire ecc.), puoi fare una donazione, anche micro. Grazie

Donato Bevilacqua

diDonato Bevilacqua

Proprietario e Direttore editoriale de La Bottega di Hamlin, lettore per passione e per scelta. Dopo una Laurea in Comunicazione Multimediale e un Master in Progettazione ed Organizzazione di eventi culturali, negli ultimi anni ho collaborato con importanti società di informazione e promozione del territorio. Mi occupo di redazione, contenuti e progettazione per Enti, Associazioni ed Organizzazioni, e svolgo attività di Content Manager.