La strage continua

La strage continua: un libro sull’omicidio Pecorelli

Esce in libreria La strage continua. La vera storia dell’omicidio di Mino Pecorelli. Il libro, edito da Ponte alle Grazie, è scritto da Raffaella Fanelli. Qui tutti gli approfondimenti.

La strage continua cerca di rispondere a delle semplici ma importanti domande. Perché e da chi è stato ucciso il più scomodo giornalista italiano? Finalmente,  uno dei più oscuri misteri della nostra storia trova una chiara ricostruzione.

– Quali erano le fonti di Pecorelli?
– Era infiltrato nella P2?
– Che cosa poteva rivelare sull’«apparato» militare di Avanguardia Nazionale? e sul golpe Borghese?
– Che sapeva dei servizi segreti paralleli, da Gladio al Noto Servizio?
– Aveva letto la versione «integrale» del memoriale Moro?
– Da dove veniva la pistola con cui è stato ucciso? e dov’è finita?

LEGGI ANCHEIl nuovo libro di Massimo Recalcati. Leggi gli approfondimenti

La strage continua – Raffaella Fanelli

La strage continuaSono passati più di quarant’anni dalla morte di Mino Pecorelli, e quell’omicidio resta un caso irrisolto, un mistero tra i molti che ancora ammantano quella tremenda stagione della storia d’Italia registrata dalle cronache col nome di «anni di piombo». Una stagione di trame e sottotrame, di incroci pericolosi fra apparati dello Stato, terrorismo, mafia, massoneria, ingerenze straniere…

Pecorelli in quel torbido ci sguazzava: giornalista dal fiuto eccezionale, aveva contatti e fonti nel mondo della politica, fra i militari, nei servizi segreti, nella P2. E i suoi articoli su OP, la rivista da lui fondata e diretta, erano bordate terribili, in grado di far tremare molti potenti.

Questo libro ripercorre la vita e le inchieste di Mino Pecorelli, alla ricerca della verità sulla sua morte. È un viaggio allucinante, negli oscuri meandri in cui si incrociano le vicende dell’eversione nera, della P2, di Gladio, ma Raffaella Fanelli è anche lei un segugio di razza, capace di muoversi fra le molte piste confuse e di non mollare, anche con coraggio, quando trova una traccia. E di guidare con sicurezza il lettore. Se si vorrà, finalmente, accertare la verità, è da questa indagine che bisognerà ripartire. Perché la verità può essere scomoda, può essere nascosta, può venire negata, ma esiste. E uomini come Pecorelli, che per lei hanno dato la vita, la meritano.

 

 

L’autrice

Raffaella Fanelli, giornalista, ha scritto e collaborato con numerose testate, tra le quali la Repubblica, Sette – Corriere della Sera, Panorama, Oggi, e altrettante trasmissioni televisive, da Quarto grado a Verissimo a Chi l’ha visto?.

Da anni svolge un lavoro d’inchiesta il cui obiettivo è raccontare i tanti misteri e le troppe ombre della nostra storia recente. Ha realizzato interviste a Salvatore Riina, Angelo Provenzano, Vincenzo Vinciguerra, Valerio Fioravanti, personaggi le cui testimonianze possono aiutarci a comprendere alcuni aspetti inconfessabili del potere e della storia italiana.

Oltre a La strage continua, fra i suoi libri ricordiamo Al di là di ogni ragionevole dubbio. Il racconto di via Poma (Aliberti, 2011) e Intervista a Cosa Nostra (Anordest, 2013). Nel 2018 ha pubblicato La verità del Freddo (Chiarelettere), libro-intervista all’ultimo capo in vita della Banda della Magliana, Maurizio Abbatino.

SOSTIENI LA BOTTEGA

La Bottega di Hamlin è un magazine online libero e la cui fruizione è completamente gratuita. Tuttavia se vuoi dimostrare il tuo apprezzamento, incoraggiare la redazione e aiutarla con i costi di gestione (spese per l'hosting e lo sviluppo del sito, acquisto dei libri da recensire ecc.), puoi fare una donazione, anche micro. Grazie