Contagiati

Contagiati – Andrea Mauri

Andrea Mauri esce dalle redazioni della Rai, dove lavora abitualmente, e arriva sugli scaffali delle librerie con Contagiati, una bella raccolta di racconti che non poteva essere pubblicata in un periodo più azzeccato di questo.

Contagiati (Ensemble) è uno sguardo su un mondo preso in ostaggio da un virus, ma anche e soprattutto un approfondimento sui sentimenti e gli stati d’animo delle persone che sono coinvolte.

Leggi ancheLetteratura e virus. Come i libri raccontano le epidemie

La trama

Abbiamo molto sentito parlare di quarantena in questi giorni. Quel periodo di isolamento forzato a cui è sottoposto un contagiato da un virus. Un tempo utile per stanare la malattia.

Ma la quarantena, per i Contagiati, è anche un momento di apprensione, luogo di isolamento in cui si è trattati come “diversi”. Tutti sono sospettosi e diffidenti verso gli “untori”.

Fino alla diagnosi questa condanna all’isolamento forzato è preventiva, perché la salute della società va tutelata in ogni sua forma. Il virus, che di solito arriva da lontano, ora fa parte di noi, e tramite noi si diffonde.

Lo spauracchio del contagio separa quindi nuclei familiari: genitori da figli, mariti da mogli, persino i seni che danno la vita diventano infetti. Persino l’amore diventa pericoloso e virale.

Contagiati. La recensione

Andrea Mauri ci presenta una raccolta di 12 storie che sono tutte legate da un unico filo conduttore, quello del virus appunto. Ma a ben vedere il vero protagonista del libro non è tanto la malattia, quanto l’isolamento e le sue conseguenze.

Una coppia di sposi vede mutare la propria quotidianità, mostrando tutta la fragilità dell’amore di fronte al virus. Una giovane coppia entra in crisi, amplificando le domande e le risposte nel mezzo dell’isolamento.

La reclusione forzata in cui vivono i Contagiati di queste storie porta ad un cambiamento del solito equilibrio, a modificare legami forti e che pensavamo fossero stabili. Questo è il vero problema del virus, non tanto chimico, quindi, ma sociale e personale.

Dobbiamo fare i conti con l’incertezza, con la visione costante della morte, con la necessità di riscrivere le nostre vite, dove possibile, con il significato profondo dell’assenza. Addirittura la maternità diventa un senso di colpa se un seno diventa veicolo di contagio. Come può sentirsi il paziente zero? Come vive la diffidenza?

Contagiati (Ensemble) è un bel percorso che ci porta alla scoperta non della malattia in sé, ma del rapporto della nostra società con l’imprevisto, con le ossessioni, le paure, le domande senza risposta. In questo periodo profondamente incerto, la scrittura può forse essere l’unica arma di salvezza, l’unica terapia efficace contro le infezioni della vita.

Leggi ancheNel contagio. Il nuovo libro di Paolo Giordano

copertina
Autore
Andrea Mauri
Casa editrice
Ensemble
Anno
2020
Genere
Narrativa
Formato
Brossura
Pagine
128
ISBN
9788868815127
Donato Bevilacqua

diDonato Bevilacqua

Proprietario e Direttore editoriale de La Bottega di Hamlin, lettore per passione e per scelta. Dopo una Laurea in Comunicazione Multimediale e un Master in Progettazione ed Organizzazione di eventi culturali, negli ultimi anni ho collaborato con importanti società di informazione e promozione del territorio. Mi occupo di redazione, contenuti e progettazione per Enti, Associazioni ed Organizzazioni, e svolgo attività di Content Manager.