premio strega 2019

Premio Strega 2019: ecco i 5 finalisti!

Proclamata la cinquina finalista del Premio Strega 2019, che è composta da due uomini e tre donne. Saranno loro a contendersi l’ambito premio che lo scorso anno è andato ad Helena Janeczek con La ragazza con la Leica (Guanda). Il vincitore sarà annunciato il 4 luglio.

Ecco dunque i nomi dei finalisti al Premio Strega 2019:
Marco Missiroli – Fedeltà (Einaudi)
Antonio Scurati – M, il figlio del secolo (Bompiani)
Benedetta Cibrario – Il rumore del mondo (Mondadori)
Claudia Durastanti – La Straniera (La Nave di Teseo)
Nadia Terranova – Addio Fantasmi (Einaudi)

Nessuna grande sorpresa insomma, con Missiroli e Scurati che erano dati tra i favoriti sin dall’inizio delle votazioni, che da questo momento in poi saranno con lo scrutinio palese in diretta televisiva il 4 luglio appunto. Spiccano i due titoli portati in finale da Einaudi contemporaneamente; per La Nave di Teseo invece è la seconda partecipazione come finalista al Premio Strega, mentre sono tre le donne in finale, mai accaduto nella
storia del premio.

Impossibile fare pronostici a questo punto. Marco Missiroli e Antonio Scurati, come detto, partono forse con i favori del pronostico, sfidandosi con due romanzi che possono essere considerati molto diversi tra loro. M di
Scurati è l’immersione totale dell’autore nella figura di Benito Mussolini, attraverso la quale raccontare il fascismo con le parole di un romanzo, che mescola ricostruzione storica, cronaca giornalistica e fiction.

Marco Missiroli, con Fedeltà, porta invece in scena la difficoltà e la complessità dei legami familiari tra Milano e la provincia. Tramite i concetti di fedeltà ed infedeltà, nel libro c’è il passaggio dalla generazione del dopoguerra alla generazione di oggi, ancora in cerca di identità.

Il rumore del mondo di Benedetta Cibrario è invece ambientato nell’800 a Torino, in cui i protagonisti sono legati alla storia di quegli anni e all’unità d’Italia. Claudia Durastanti, con La straniera, ha creato un’autofiction che ha come protagonista una famiglia di emigrati lucani negli Stati Uniti nella seconda metà del ‘900. Addio fantasmi è invece il terzo romanzo di Nadia Terranova, e narra la storia di una donna che fa ritorno dalla madre in Sicilia.

Donato Bevilacqua

diDonato Bevilacqua

Proprietario e Direttore editoriale de La Bottega di Hamlin, lettore per passione e per scelta. Dopo una Laurea in Comunicazione Multimediale e un Master in Progettazione ed Organizzazione di eventi culturali, negli ultimi anni ho collaborato con importanti società di informazione e promozione del territorio. Mi occupo di redazione, contenuti e progettazione per Enti, Associazioni ed Organizzazioni, e svolgo attività di Content Manager.