sarah manguso

Sarah Manguso – Il salto. Elegia per un amico

Il Salto – elegia per un amico – di Sarah Manguso, è un bellissimo scritto (pubblicato in Italia da NN Editore) che tocca in un momento solo amicizia, dolore, memoria e morte. Un libro che non è per tutti forse, ma che tutti dovrebbero leggere.

Scegliendo di parlare della propria intimità, Sarah Manguso crea subito l’impronta per la sua opera, che diventa davvero completa quando la sua intimità si unisce a quella dell’amico perduto, Harris J. Wulfson. Il salto mette le sue radici dal giorno in cui Harris si getta sotto un treno della metro a New York, e da lì inizia a crescere in modo delicato e stupendo.

Sarah Manguso ci parla della scomparsa di Harris sì, ma non scrive la biografia del suo amico, né cerca di ricostruire le circostanze della sua morte. Tra le righe de Il salto scopriamo pian piano e in punta di piedi che l’uomo amava la musica e le donne, che aveva un amore, un lavoro, una vita piena. Scopriamo anche che soffriva di episodi psicotici, e che proprio dopo uno di questi si suicida.

sarah manguso
da www.sarahmanguso.com

Il salto, in fondo, è un memoir, quasi una dedica appassionata all’amico più intimo e caro. Sarah Manguso scrive non solo con le parole, ma con il cuore e i ricordi, dando valore alla sincerità dei sentimenti prima che dei fatti, ribadendo ancora una volta che la scrittura aiuta a non dimenticare. Il salto davvero non è un libro per tutti, perché crea un canale preferenziale con chi ha conosciuto da vicino il dolore della perdita, con chi è rimasto con mille domande senza risposta, con enormi possibilità davanti.

Con Il salto, Sarah Manguso dimostra di saper usare quelle parole necessarie per maneggiare il dolore; un lavoro complicato e faticoso ma indispensabile, perché aiuta ad accettare il distacco. Il salto non è solo l’atto con cui Harris pone fine alla sua vita, ma è lo slancio verso l’amore e l’infinito di chi impara la giusta distanza con il lutto.

Il salto, di Sarah Manguso, è il libro «per chi si abbraccia, conta fino a cinque, e poi sceglie di andare a dormire sul divano, per chi piange cantando a squarciagola Forever Young di Bob Dylan, per chi saltella di gioia a pugni stretti e per chi crede che la misura del passato sia la larghezza, che come un’ala porta con sé anche gli amici perduti». Davvero un libro che tutti dovrebbero leggere.

copertina
Autore
Sarah manguso
Casa editrice
NN Editore
Anno
2018
Genere
Narrativa
Formato
Brossura
Pagine
100
Traduzione
Gioia Guerzoni
ISBN
9788899253547
Donato Bevilacqua

diDonato Bevilacqua

Proprietario e Direttore editoriale de La Bottega di Hamlin, lettore per passione e per scelta. Dopo una Laurea in Comunicazione Multimediale e un Master in Progettazione ed Organizzazione di eventi culturali, negli ultimi anni ho collaborato con importanti società di informazione e promozione del territorio. Mi occupo di redazione, contenuti e progettazione per Enti, Associazioni ed Organizzazioni, e svolgo attività di Content Manager.