Black Sabbath, Ozzy: «Disco e tour nel 2015, poi il ritiro»

I Black Sabbath si preparano a chiudere definitivamente i battenti. Ma prima, nel 2015, pubblicheranno un nuovo album e si imbarcheranno in un tour mondiale.

La notizia l’ha data lo stesso Ozzy Osbourne, ponendo fine a mesi di dichiarazioni altalenanti sul futuro della band, che l’anno scorso ha pubblicato l’ottimo 13. In un’intervista a Metal Hammer, il vocalist ha spiegato: «L’intera esperienza con i Black Sabbath [con cui non incideva un disco da 35 anni, n.d.r.] è stata grandiosa”. Perciò, ha proseguito Ozzy, «faremo un altro album e un tour finale».

«Al termine dell’ultimo tour, abbiamo discusso l’idea, perché ce lo chiedevano da tutte le parti”, ha proseguito il cantante inglese. «Ho detto a Sharon [la moglie/manager, n.d.r.] “Sharon, che facciamo? Perché se non ci dovessero essere più i Sabbath, tornerei a fare le mie cose”, e lei mi ha detto, “Fammi dare un’occhiata”. Tre settimane dopo, le ho rifatto la domanda, e mi ha risposto, “Oh, devo ancora parlarne” e le ho detto, “Sharon, non sono più un fottuto 21enne, se dobbiamo farlo, deve essere prima che faccia 70 anni! Il tempo non è dalla nostra”. Perciò lei ha fatto la sua chiamata, è ritornata e mi ha detto, “Sì, l’etichetta discografica vuole un altro disco”. Credo che Rick Rubin [produttore anche di 13, n.d.r.] sarà di nuovo con noi».

Insomma, prima di chiudere definitivamente la partita, i Black Sabbath torneranno in studio di registrazione. Al più presto possibile, probabilmente già nella prima parte del 2015. Molto dipenderà dalle condizioni di salute di Tony Iommi: il chitarrista sta ancora combattendo la sua battaglia contro un linfoma, diagnosticatogli nel 2012. «Lui andrà avanti con le sue cure, ma in ogni caso succederà tutto nel 2015. Non so se scriveremo le nuove canzoni in Inghilterra o a Los Angeles, ma se servirà volerò sulla cazzo di Luna per farlo», ha concluso Ozzy.

Ecco il video di God is dead?, brano tratto da 13: