Fabi, Silvestri, Gazzè: online il webdoc girato in Sud Sudan

Lo scorso ottobre, Niccolò Fabi, Daniele Silvestri e Max Gazzè hanno compiuto un viaggio in Sud Sudan con la ong Medici con l’Africa – Cuamm, che da ben sessanta anni si occupa di fornire cure mediche in 40 paesi tra i più poveri al mondo. Il viaggio dei tre artisti è diventato ora un documentario, Life is sweet webdoc, diretto da Nicola Berti e disponibile ora online sul sito della ong.

Nel breve testo che accompagna il webdoc (diviso il 13 parti), il viaggio di Fabi, Silvestri e Gazzè è presentato come «un percorso reale e simbolico, che attraverso il loro sguardo potremmo fare in tanti». «Il viaggio per l’Africa non è mai solo l’attraversamento di uno spazio fisico – sostiene Enzo Pisani, medico Cuamm – ma è una dimensione dell’Anima che si espande, alla ricerca di se stessi». E allora «da dove si parte e dove si arriva? Si parte dalle nostre certezze, spesso esibite, a volte fragili, sempre meno “certezze”. E si arriva a ritrovare l’autenticità dell’incontro con l’altro, il senso di cosa è più o meno importante, di ciò a cui dare davvero valore. Si arriva a capire qualcosa in più di una terra oppressa, schiacciata, piena di morte, eppure splendida, felice, ricca di senso di vita, capace di superare gli ostacoli, affrontandoli insieme, senza perdere il sorriso».

Ecco un frammento del documentario pubblicato su Repubblica.it:

Life is sweet è anche il titolo del nuovo progetto musicale di Niccolò Fabi, Daniele Silvestri e Max Gazzè: si tratta di un singolo, pubblicato lo scorso aprile, che anticipa l’omonimo album in arrivo a settembre, il primo realizzato assieme dai tre cantautori. I quali, nei prossimi mesi, saranno impegnati in un tour che toccherà varie località italiane e d’Europa.