David Duchovny fa un disco (e pensa a un film di "X-Files")

David Duchovny, star di serie tv come X-Files e Californication, ha in programma di esordire nel mondo della musica con un disco che, nelle intenzioni, vorrebbe suonare come i Wilco e i R.E.M.

È lo stesso attore a dichiararlo, in un’intervista a Rolling Stone USA: «Potrei soltanto paragonare la mia musica ad artisti noti, perciò potrebbe sembrare che sto facendo lo spaccone. Ad ogni modo, nei miei sogni, mi piacerebbe suonare come Wilco e R.E.M. Se fossi fortunato, mi troverei da qualche parte lì in mezzo».

Duchovny, che ha chiuso definitivamente con la serie Californication (il 29 giugno l’ultimo episodio trasmesso negli USA; in Italia, la settima e ultima stagione è ancora inedita), ha una qualche esperienza come musicista, anche se a un livello amatoriale. Negli scorsi anni, ha suonato la chitarra (la prima canzone che ha imparato è stata Yoshimi battles the pink robots dei Flaming Lips) e ha inciso una dozzina di demo pronti per essere completati. «Bene o male, ho sempre scritto poesie, e quando poi ho iniziato a suonare, ho pensato: “Dovrei essere in grado di scrivere anche i testi”». L’approccio dell’attore alla musica è comunque rilassato: «Si tratta di uno dei piaceri della mia vita, non mi importa di chi comprerà il disco e cosa ne penserà la gente. Saper suonare, scrivere canzoni e cantarle agli amici è un salvagente».

L’anno scorso, durante il party di chiusura di Californication, Duchovny ha avuto modo di incrociare la chitarra con una vera rockstar, Marilyn Manson. L’ex chitarrista degli Eagles, Don Felder, era presente alla serata: «Ha suonato Hotel California, Manson l’ha cantata. Io non sono certo che avessi lo strumento collegato all’ampli, ma ho suonato». Ecco un video della performance:

La musica non è il solo progetto di Duchovny. L’attore (che ha due lauree in letteratura inglese) ha in programma anche di scrivere un libro, Holy cow («È un libro per bambini e adulti, una favola, tipo La fattoria degli animali»). In più, tra qualche mese l’attore inizierà a girare una nuova serie per la NBC, Acquarius, in cui interpreta un detective che, negli anni ’60, va alla ricerca di una ragazza scomparsa e di Charles Manson.

Ciliegina sulla torta, X-Files: potrebbe arrivare un terzo film sulla serie culto degli anni ’90, interpretata da Duchovny con Gillian Anderson. «Ho sempre voluto farlo», spiega l’attore, secondo cui non si tratterà comunque di una cosa facile: «È una questione di interesse della Fox e di impegni. Chris [Carter, il creatore della serie, n.d.r.] ha un nuovo show [la serie The after, in lavorazione per Amazon Studios, n.d.r.], Gillian lavora. Io lavoro. Non è impossibile, ma non è neppure semplice. E non ho mai pensato che fosse finita. Non è ancora finita fino a che uno di noi non muore – fino a che uno di noi tre non se n’è andato».