Leonardo Accattoli – La cattiva strada

Leonardo Accattoli è un giovane ragazzo maceratese al suo primo romanzo, dopo aver pubblicato, nel 2010, una raccolta di poesie per L’Autore Libri di Firenze, Diversi versi. Come tutte le prime volte, anche questa avrà di certo portato con sè qualche paura. Accattoli ha però in qualche modo anticipato il tempo, ha scritto di getto e di questa sua prima volta spicca in modo luminoso il coraggio di osare, caratteristica peculiare dei debuttanti che promettono di stupire.

La cattiva strada è una “molla spazio-temporale”, come la definisce Accattoli stesso, che attraversando le pagine come scheggia impazzita, lascia l’alone di un percorso che trova la sua conclusione nelle ultime righe di ogni storia. Le schegge si allineano, e un filo quasi invisibile le unisce per formare una collana che narra le vicende di persone terribilmente e paurosamente comuni, con le loro ambizioni, le loro perversioni, le loro abitudini sane e malsane. Il risultato è una fauna di personaggi che si spingono al limite, e che trascinano il lettore in un turbine violentissimo. Il ritmo accelera e poi bruscamente si ferma, lascia spazio a qualche riflessione, per poi riprendere incessante.

Non possono passare inosservati gli espliciti riferimenti alla poetica di De André, di Edgar Allan Poe, di Baudelaire; e un forte richiamo implicito allo stile ed alle storie di Niccolò Ammaniti. Da ognuno di essi Accattoli dimostra di aver imparato qualcosa: l’attenzione verso “gli ultimi” e le loro storie, le atmosfere tenebrose, il rapporto duro e spietato con la vita che dimostrano i suoi protagonisti. Il tutto è condito con un impatto stilistico che lascia di stucco, che non prevede continuità di scrittura né formalismi di punteggiatura. In questo libro tutto è provvisorio, possibile, inconcepibile, affascinante. È l’attrazione di ogni cattiva strada, dove c’è una storia per ognuno di noi.

SOSTIENI LA BOTTEGA

La Bottega di Hamlin è un magazine online libero e la cui fruizione è completamente gratuita. Tuttavia se vuoi dimostrare il tuo apprezzamento, incoraggiare la redazione e aiutarla con i costi di gestione (spese per l'hosting e lo sviluppo del sito, acquisto dei libri da recensire ecc.), puoi fare una donazione, anche micro. Grazie

Donato Bevilacqua

diDonato Bevilacqua

Proprietario e Direttore editoriale de La Bottega di Hamlin, lettore per passione e per scelta. Dopo una Laurea in Comunicazione Multimediale e un Master in Progettazione ed Organizzazione di eventi culturali, negli ultimi anni ho collaborato con importanti società di informazione e promozione del territorio. Mi occupo di redazione, contenuti e progettazione per Enti, Associazioni ed Organizzazioni, e svolgo attività di Content Manager.