Il Riccardino

Il Riccardino: Romanzo postumo di Andrea Camilleri

Si intitola Il Riccardino, ed è il libro postumo di Andrea Camilleri, che la casa editrice Sellerio porta in libreria il prossimo 16 luglio.

Ad un anno esatto dalla morte del grande scrittore di Vigàta (il 17 luglio 2019), ecco dunque che Il Riccardino è una sorta di regalo per tutti i lettori e anche una bella forma di ricordo, per onorare la memoria di Camilleri.

Leggi ancheUn diario del ’43. Nuovo racconto di Andrea Camilleri

La trama de Il Riccardino

Il Riccardino è il romanzo finale della lunghissima serie che vede come protagonista il Commissario Montalbano, tanto amato dai lettori e protagonista ormai anche in tv.

In questa nuova storia, il commissario dovrà confrontarsi e scontrarsi con il suo alter ego letterario e televisivo. Sulla scena del delitto infatti, tutti sono affacciati e gridano, indicandolo, “C’è il commissario Montalbano”. “Ma quello della tv?”.

Qualcuno risponde “No, quello vero”. Ecco che a Montalbano iniziano a ‘firriare i cabasisi’. D’altronde tutto ebbe inizio quando aveva raccontato uno dei suoi casi ad uno scrittore del posto, un certo Camilleri, “gran camurria d’uomo”, che poi ne aveva scritto un romanzo, che aveva avuto poco successo in Italia.

Dai suoi racconti erano poi nate altre storie, racconti gialli in “lingua bastarda” che invece avevano venduto moltissimo anche all’estero ed erano state portate in tv. “Ora tutti lo acconoscevano e lo scambiavano per quell’altro”, in una sorta di gioco pirandelliano con l’attore “che non gli assomigliava ed era di 15 anni più giovane”.

Montalbano torna poi in commissariato, e Catarella lo avverte che lo aveva cercato “il professore Cavilleri”. Subito il commissario lo corregge, “Camilleri”. “Digli che non ci sono”.

Andrea Camilleri e un romanzo postumo

Il Riccardino è una storia in cui sono ben definiti ed evidenti i soliti tratti ironici e geniali di Camilleri. Tutto ciò che lo ha reso uno degli scrittori più amati in Italia e nel mondo.

Il libro esce postumo proprio per volontà dello scrittore. Il primo capitolo è stato letto in anteprima da Antonio Manzini lo scorso 17 maggio, al Salone Internazionale del Libro di Torino, nella versione Extra.

Manzini era amico e allievo proprio di Camilleri. Una sorta di erede letterario insomma. Il primo capitolo è disponibile sul sito di Sellerio

Leggi ancheAndre Camilleri legge I duellanti. Ecco l’audioracconto

SOSTIENI LA BOTTEGA

La Bottega di Hamlin è un magazine online libero e la cui fruizione è completamente gratuita. Tuttavia se vuoi dimostrare il tuo apprezzamento, incoraggiare la redazione e aiutarla con i costi di gestione (spese per l'hosting e lo sviluppo del sito, acquisto dei libri da recensire ecc.), puoi fare una donazione, anche micro. Grazie