edizioni e/o

Edizioni E/O e un’estate in giallo: ecco i consigli

L’estate in giallo delle Edizioni E/O, dai vicoli di Napoli all’incontaminata savana del Sudafrica, passando per i moli della Guinea tropicale per approdare infine su misteriose isole francesi. Ecco i titoli consigliati dalle Edizioni E/O.

Michel Bussi- La Follia Mazzarino

A sei anni il piccolo Colin Remy vive la tragedia della perdita di entrambi i genitori: la madre in un incidente stradale, il padre suicida in seguito allo scandalo che ha travolto il cantiere di scavi archeologici da lui diretto dopo un incidente che ha causato la morte di tre operai sull’isola anglo-normanna di Mornesey. Colin cresce con gli zii. Nel tempo, però, insieme a lui cresce il sospetto, e poi la convinzione, che il padre non sia davvero morto: Colin lo capisce da alcuni indizi, vecchie fotografie, parole scambiate a mezza bocca dagli zii… Finalmente, alla vigilia dei suoi sedici anni, con la scusa di frequentare un corso di vela decide di tornare sull’isola di Mornesey alla ricerca della sua infanzia e possibilmente del genitore scomparso.
Un mondo nuovo gli si apre davanti. Scopre che il padre archeologo non si dedicava soltanto agli scavi e al restauro della vecchia abbazia di Saint-Antoine, ma era anche sulle tracce di un tesoro leggendario chiamato la Follia Mazzarino. Scopre che l’isola delle vacanze è in realtà un’isola di criminali. Scopre che i parenti possono essere serpenti. Scopre infine di essere, suo malgrado, depositario di un segreto che quegli stessi criminali stanno affannosamente cercando. Aiutato da Madi, graziosa sedicenne borderline, e Armand, l’amico gracile con quoziente d’intelligenza 140, Colin spazia dalla superficie dell’oceano ai labirintici sotterranei dell’isola alla ricerca in realtà di un doppio tesoro, cioè suo padre e la Follia Mazzarino, inseguito da malfattori senza scrupoli decisi a carpirgli il suo misterioso segreto a costo di fargli la pelle.

Proseguiamo nella carrellata di titoli consigliati dalle Edizioni E/O per questa estate:

edizioni e/oKarin Brynard- I nostri padri

In una delle zone più ricche di Stellenbosch un’apparente effrazione per furto nella residenza di un milionario imprenditore edile finisce in tragedia con la morte della bellissima moglie. L’ispettore Albertus Beeslaar, in città per far visita a un ex collega, viene suo malgrado coinvolto nelle indagini condotte dal temibile capitano della polizia di Stellenbosch, Vuyokazi Qhubeka. Ben presto questa città pittoresca, con i suoi storici abbaini bianchi, famosa in tutto il mondo per le sue aziende vinicole e la ricchezza, comincia a rivelare lati oscuri e nascosti. Millecinquecento chilometri più a nord il sergente Johannes Ghaap è coinvolto in un dramma che lo vede protagonista, mentre lotta per salvare una donna e il suo bambino rapiti e tenuti in ostaggio a Soweto. Il fato lo condurrà da The Fatha, un uomo capace di una tale malvagità che i più lo considerano soltanto una leggenda metropolitana.

 

 

 

edizioni e/oJean-Christophe Rufin- L’appeso di Conakry

Ma chi è quel tipo che va in giro in cappotto di tweed e maglione a collo alto sotto il sole equatoriale della Guinea? È Aurel Timescu, francese di origine rumena, diplomatico di basso grado assegnato temporaneamente alla sede consolare di Conakry, capitale dello Stato africano. Aurel è un sentimentale all’antica, è uno stravagante che non sa di esserlo, ed è anche lo zimbello del console generale, che non potendo liberarsene l’ha privato di ogni mansione. La sua situazione ha però una brusca svolta quando nel porto turistico della città avviene un misterioso delitto: un cittadino francese ucciso e appeso all’albero della sua barca a vela. Il console generale è in ferie, Aurel è il più alto in grado, tocca quindi a lui avvertire i familiari della vittima e occuparsi delle relative pratiche consolari. Ma l’evento fa riaffiorare in lui la mai sopita passione per i casi polizieschi. La tesi del semplice omicidio a scopo di rapina non lo convince: perché mai i ladri avrebbero dovuto prendersi la briga di appenderlo all’albero? Con la collaborazione di Jocelyne, la sorella del defunto accorsa subito in loco, Aurel conduce una sua indagine del tutto atipica, parallela a quella della polizia, che tra selvagge suonate di pianoforte e bottiglie di vino bianco freddo lo porterà a scoprire come si siano realmente svolti i fatti. Un noir ironico e originale dall’autore di Globalia L’uomo dei sogni.

 

 

edizioni e/oPatrizia Rinaldi- La danza dei veleni

In un autunno dal clima estivo, Blanca sente odore di tradimento, quasi l’infedeltà fosse un corpo che si annuncia addirittura prima del suo arrivo. Deve solo aspettare di sapere se sarà tradita o se sarà lei a tradire. La detective e i suoi colleghi, il commissario Martusciello, l’agente scelto Carità, Liguori e Micheli si ritrovano a dover risolvere due casi che sembrano scollegati: il traffico di animali illegali provenienti dall’estero e la morte di una donna, apparentemente avvenuta a causa del morso di un ragno, rarissimo e letale. Nel primo caso delle circostanze fortuite porteranno a galla indizi che provocheranno la morte di due veterinari, mentre il secondo caso sembra opera di un assassino seriale che usa i ragni come armi, ma le vittime non sono collegate in nessuno modo tra di loro. Nel commissariato regna l’anarchia, ognuno conosce solamente un pezzo dell’indagine e spesso lo nasconde agli altri, il puzzle fatica a comporsi fino all’ultimo perché le vicende private dei personaggi si ergono come muri tra di loro: ognuno come un animale ferito cerca con le proprie forze di aprirsi la strada verso la verità, senza accorgersi di essere mutilato lontano dal resto della squadra. Blanca si dibatte nei suoi sentimenti per Liguori e cerca un riparo nell’amore di Micheli, pur non ricambiandolo. Di tutti gli animali che abitano questo romanzo è proprio Blanca la più selvatica e incattivita.

Sono questi dunque i titoli consigliati dalle Edizioni E/O per un’estate a tinte gialle.