Longanesi

Longanesi tra thriller e nuove storie

In libreria per Longanesi due nuovi avvincenti romanzi. Sono Il trafficante, di Jorge Fernández Díaz, e Ninfa dormiente di Ilaria Tuti. Ecco un’anticipazione.

LonganesiIL TRAFFICANTE di JORGE FERNÁNDEZ DÍAZ è un thriller frutto dell’esperienza giornalistica di Jorge Fernández Díaz, scrittore e giornalista di lingua spagnola tra i più importanti e conosciuti, e delle sue numerose inchieste sul mondo del narcotraffico. Dal Vaticano alla Patagonia, i protagonisti si muovono tra intrighi e complotti che coinvolgono politici, camorristi, signori della droga ed esponenti del Vaticano, mostrando il lato oscuro del potere. Un efficace mix di ingredienti che Jorge Fernández Díaz, grazie alla sua esperienza, è riuscito a unire tra loro dando vita a un romanzo, pubblicato da Longanesi, con il rigore di un thriller investigativo ma dal ritmo cinematografico.
Quando una suora sparisce, lasciando dietro di sé un enigmatico messaggio, un collaboratore di papa Francesco incarica due agenti dei servizi segreti di cercarla ovunque. Contemporaneamente, una consulente politica, ex dipendente della Casa Rosa, viene assunta per migliorare l’immagine di un governatore di un feudo in Patagonia ed evitargli così una possibile catastrofe elettorale. Con l’aiuto di Remil, un dirompente agente abituato a lavorare sotto copertura, la consulente inizia ad occuparsi di spionaggio politico, corruzione, minacce a giudici e dirigenti e manipolazione della storia. Fino a che i due incappano in un crimine di Stato e in un’organizzazione molto pericolosa. A poche settimane dall’uscita, Il trafficante si è posizionato ai vertici delle classifiche vendendo 80 mila copie e diventando un fenomeno editoriale imbattibile in Argentina.

JORGE FERNÁNDEZ DÍAZ è uno scrittore e giornalista argentino. È stato un reporter di successo per trent’anni, giornalista investigativo, analista politico, editore di quotidiani e direttore di riviste. Attualmente è il direttore di Cultura, l’inserto culturale del quotidiano La Naciòn di Buenos Aires. I suoi libri sono tutti bestseller in Argentina. Ha ricevuto la Medaglia della “Hispanidad” da parte del governo spagnolo e della comunità spagnola in Argentina, il Konex di platino come miglior redattore del decennio e recentemente l’Atlantida, con cui gli editori di Cataluña hanno premiato il suo lavoro da reporter alla base dei suoi libri.

NINFA DORMIENTE di ILARIA TUTI
Il primo romanzo di Ilaria Tuti, Fiori sopra l’inferno, pubblicato da Longanesi a gennaio 2018, è stato un vero e proprio caso editoriale, sia in Italia che all’estero.
In Italia, Fiori sopra l’inferno ha conquistato pubblico e critica: con 90.000 copie vendute è diventato l’esordio italiano di maggior successo del 2018, restando in classifica per nove settimane consecutive. Inoltre, la casa di produzione Publispei ne ha acquisito i diritti e il romanzo diventerà una serie televisiva coprodotta internazionalmente.
Fiori sopra l’inferno e il personaggio creato da Ilaria Tuti, il commissario Teresa Battaglia, hanno conquistato anche l’estero: il libro è stato conteso da diversi editori europei ancora prima della sua pubblicazione fin dalla Fiera di Francoforte del 2017, e i diritti di traduzione sono stati venduti in 25 paesi del mondo, tra cui USA, Regno Unito, Germania, Francia e Spagna. Recentemente, a marzo 2019, Flowers over the Inferno, è stato scelto dal The Times come “Crime Book of the Month”.
Dopo Fiori sopra l’inferno torna la straordinaria Teresa Battaglia: un carattere fiero e indomito, a tratti brusco, sempre compassionevole. Torna con questo romanzo Longanesi l’ambientazione piena di suggestioni, una natura fatta di boschi e cime montuose, di valli isolate e di bellezze insospettabili. Tornano soprattutto il talento, l’immaginazione e la scrittura piena di grazia di una grande autrice: Ilaria Tuti.

ILARIA TUTI vive a Gemona del Friuli, in provincia di Udine. Da ragazzina voleva fare la fotografa, ma ha studiato Economia. Ama il mare, ma vive in montagna. Appassionata di pittura, nel tempo libero ha fatto l’illustratrice per una piccola casa editrice. Con il suo romanzo d’esordio Fiori sopra l’inferno ha conquistato la critica e i lettori vincendo il premio “La provincia in Giallo”, il premio “Edoardo Kihlgren opera prima” e ottenendo una menzione speciale al premio “Scerbanenco” 2018.