Esce “Chicago”, attesissimo romanzo di David Mamet

Esce in libreria nel mese di novembre, per Ponte alle Grazie, l’attesissimo romanzo di David Mamet, Chicago (286 pp., 16,80 €).

Chicago a cavallo fra gli anni Venti e Trenta: una città divisa fra il North Side controllato dagli irlandesi e il South Side di Al Capone; sullo sfondo, i vizi e le perversioni dell’al­ta società, la corruzione dei politici. Mike Hodge, veterano della prima guerra mondiale e giornalista di cronaca al Tribune, e i suoi colleghi fanno un quotidiano sfoggio di cinismo e si mantengono fedeli al voto fatto alla Verità, per quanto essa sia quasi sempre impubblicabi­le; e si danno, come tutti, a colossali bevute di alcol di contrabbando. Ma quando Mike si troverà coinvolto nell’assassinio della donna che ama, la sua vita e il fragile equilibrio su cui si reggeva verranno travolti…

David Mamet ci catapulta nell’Ame­rica di cento anni fa con una natura­lezza stupefacente. Raffiche di dialoghi spumeggianti, un’incredibi­le galleria di personaggi memorabi­li, invenzioni narrative brillanti, una cura dei dettagli che sfida l’atten­zione del lettore. Chicago è un romanzo da divorare, un giallo, un noir, ma anche molto di più: una giostra di passioni che possono sconvolgere la vita di un uomo, amore e desolazione, colpa e ven­detta, perdizione e riscatto. Mamet si conferma un autentico Maestro della parola: è impossibile non farsi trascinare, impossibile resistere al vortice frenetico di Chicago.