Arriva nelle librerie “Nel nome di mio padre” di Viveca Sten

«Marianne si fermò nell’ingresso: davanti alla porta c’erano scarpe sparpagliate dappertutto. D’istinto si chinò e cominciò a sistemarle, un paio accanto all’altro». GialloSvezia ha presentato oggi questo incipit, relativo al romanzo di Viveca Sten, da giovedì 5 maggio nelle nostre librerie.

Il titolo del volume è Nel nome di mio padre. Tradotto da Alessia Ferrari, il libro si apre in una buia sera di novembre sull’isola di Sandhamn, dove una ragazza di vent’anni scompare. L’ispettore Thomas Andreasson comincia ad indagare, ma le ricerche sembrano non condurre ad alcuna soluzione. A distanza di qualche mese, dei bambini stanno giocando nel bosco e trovano un sacco che affiora dalla neve: dentro ci sono dei resti umani, che potrebbero appartenere alla scomparsa.

A Sandhamn, nel frattempo, è giunta anche Nora Linde, una vecchia amica di Thomas: la donna e l’ispettore si uniscono per trovare il colpevole del delitto, che potrebbe essere ancora sull’isola. Alla coppia non resta che «scavare nel passato e ripercorrere le storie di una piccola comunità che ha custodito per anni avvenimenti drammatici».

Ricordiamo che dai romanzi della Sten è stata tratta una serie tv intitolata Omicidi a Sandhamn, trasmessa in Italia sul canale Giallo. Il telefilm è composto da cinque stagioni, ciascuna di tre puntate. Tornando per un momento all’autrice, dopo una brillante carriera giuridica, Viveca Sten è oggi tra le autrici scandinave di maggior successo internazionale. Vive a nord di Stoccolma con il marito e i tre figli, e trascorre lunghi periodi sull’isola di Sandhamn, uno dei gioielli dell’arcipelago, dove la sua famiglia possiede una casa da generazioni.

Ecco la copertina italiana di Nel nome di mio padre:

13076845_1816914094991742_8644721337654400122_n