Giancarlo Giannini svela il film "segreto" di Ettore Scola

In un’intervistaValerio Cappelli sul Corriere della SeraGiancarlo Giannini ha dichiarato che Ettore Scola, recentemente scomparso all’età di 84 anni, avrebbe voluto girare un film intitolato La badante, incentrato su un signore di una certa età, che vive da solo. La figlia vuole affidarlo a una badante straniera, che egli rifiuta, salvo poi innamorarsi di lei (la trama ricorda, in parte, quella del romanzo di Paolo Teobaldi, La badante, pubblicato dalle Edizioni E/O).

Mastroianni, Vitti e Giannini in "Dramma della gelosia"
Mastroianni, Vitti e Giannini in “Dramma della gelosia”

L’attore ha poi raccontato del suo rapporto con Scola, per il quale ha recitato in Dramma della gelosia e La cena. Circa il suo ruolo nei panni di Nello Serafini, Giannini ha detto: «Avevo già preso parte a una decina di film, ma, sì, la mia carriera di attore è partita da lì. Il mio personaggio era il terzo incomodo tra Mastroianni e la Vitti, che si invaghiva di me. Interpretavo un pizzaiolo, Scola sapeva che avevo vissuto a Napoli e sosteneva, ridendo, che la pizza non l’avevano inventata lì ma in Toscana».
De La cena, invece, Giannini racconta: «Ricostruimmo Otello, la trattoria in via della Croce dove andavamo sempre, e dove l’avevo conosciuto, in un casolare vicino a Cinecittà. Mi chiamò all’ultimo, c’era poco tempo, avevo un lungo monologo, temevo di non aver memorizzato le battute. Con la sua solita calma disse di non preoccuparmi, mi avrebbe messo nel piatto un cartello con le parole. E poi, aggiunse, è un film, non dobbiamo mica cambiare il mondo, come pensano i giovani registi».