Cure, tre concerti in Italia nel 2016: info e biglietti

Cure, tre concerti in Italia nel 2016

Trenta spettacoli in diciassette paesi e tra questi c’è anche l’Italia: i Cure suoneranno nel nostro paese, nel 2016, a Casalecchio di Reno (Bologna), Roma e Assago (Milano). Opener band, i Twilight Sad. I biglietti saranno in vendita su TicketOne dalle 10 di domani (24 novembre) a questo link.
Ecco il dettaglio delle date:
The Cure + The Twilight Sad
29 ottobre Casalecchio di Reno (Bo), Unipol Arena
30 ottobre Roma, Palalottomatica
1 novembre Assago (Mi), Mediolanum Forum
I Cure mancano dall’Italia dal 2012. I tre concerti saranno dunque tra gli eventi più attesi del 2016. Del resto, nel corso degli ultimi 7 anni la band ha tenuto una serie di spettacoli di alto profilo a Londra, è stata headliner dei più importanti festival europei, tra cui Roskilde, Werchter, Reading e Leeds, Pinkpop, Hurricane e Southside, Paleo, Vieilles Charrues, BBK, Belfort, Optimus Alive!, Primavera, Frequenza, Electric Picnic, Bestival e molti altri.
Per il tour 2016, la lineup sarà composta da Robert Smith (voce e chitarra), Simon Gallup (basso), Jason Cooper (batteria), Roger O’Donnell (tastiere) e Reeves Gabrels (chitarra). In uno show di nuova produzione, i Cure eseguiranno 37 anni di successi, remix, rarità e brani ancora inediti.

C’è anche la possibilità che il 2016 porti un nuovo disco dei Cure. L’anno scorso, Robert Smith sembrava aver pronto un nuovo disco, 4:14 scream, poi non pubblicato. Il motivo? Secondo una prima ricostruzione, i pezzi, nati dalle session di 4:13 dream (2008, ad oggi l’ultimo disco della band), non convincevano troppo Smith. In un secondo momento, era stato lo stesso frontman dei Cure a spiegare che il motivo per cui i brani non hanno visto la luce è che sono stati incisi con un’altra lineup, non più attiva (quella con Simon Gallup, Jason Coper e Porl Thompson).
L’ultimo piano di Smith era pubblicare: un’edizione limitata del disco doppio 4:26 dream con 26 canzoni (tutte remixate), ovvero il concept originale alla base delle session di 4:13 dream più dieci pezzi inediti; un’edizione limitata di 4:14 scream composta da 14 tracce inedite. Non è da escludere, però, l’ipotesi che Smith ceda alla tentazione di accantonare tutto e pubblicare un disco di pezzi completamente nuovi.