Adamo Dionisi e Pierfrancesco Favino

"Suburra" sarà la prima serie italiana targata Netflix

Come sapete, Netflix si prepara ad arrivare in Italia a partire dal 22 ottobre. C’è già un progetto tutto italiano che il servizio di streaming online produrrà in futuro: si tratta della serie tv tratta da Suburra, il film di Stefano Sollima in uscita nelle sale italiane il prossimo 14 ottobre (sarà proposto in contemporanea proprio su Netflix al pubblico statunitense e dell’America Latina).
La serie è prevista per il 2017 e sarà strutturata in dieci episodi, che verranno trasmessi in tutti i Paesi in cui è presente il servizio di Netflix. Stefano Sollima ha dichiarato: «Essere su Netflix significa molto per me. Non solo il mio film farà parte di una selezione di grandi film e serie TV innovative, di cui tra l’altro sono un grande fan, ma avrà anche l’opportunità di raggiungere un vasto pubblico internazionale». Il vicepresidente di Netflix, Erik Barmack, ha aggiunto: «Suburra è una storia molto avvincente, che conquisterà gli abbonati Netflix in Italia e in tutto il mondo. Siamo entusiasti di questa partnership con RAI e Cattleya e di poter lavorare con alcuni dei migliori autori italiani, offrendo al pubblico non solo il loro film, ma anche una serie che sarà tra le migliori della televisione» (fonte Bestserial.it).
Il film, tratto dal libro di Giancarlo De Cataldo e Carlo Bonini, richiama in maniera neanche tanto casuale i fatti di Mafia Capitale: per Sollima recitano Pierfrancesco Favino, Claudio Amendola, Elio Germano, Greta Scarano e Alessandro Borghi (quest’ultimo reduce dal successo di Non essere cattivo di Claudio Caligari, dove recita accanto a Luca Marinelli: ricordiamo che la pellicola è in corsa per rappresentare l’Italia agli Oscar 2016, nella categoria miglior film straniero). Nella trama trovano spazio un politico corrotto, un pr altrettanto marcio, un boss erede della Banda della Magliana, un criminale di Ostia e la sua compagna.