"Suburra", il primo trailer del nuovo film di Stefano Sollima

È online il primo teaser trailer di Suburra, nuovo film di Stefano Sollima, che richiama (in maniera del tutto casuale, secondo le parole del regista) i fatti di mafia legati alla capitale. La pellicola è prodotta da Cattleya e sarà distribuita da 01 Distribution a partire dal 14 ottobre.

Suburra è l’adattamento per il grande schermo dell’omonimo libro di Giancarlo De Cataldo (autore di Romanzo criminale) e Carlo Bonini (autore di ACAB). All’ANSA, Sollima ha dichiarato che il lungometraggio racconterà «la decadenza di Roma, quell’intreccio di poteri collusi che divorano la città nelle fondamenta […]. Oggi giriamo un film che affonda nella realtà, pur con una storia di fantasia: mi era già capitato con Romanzo criminale e Gomorra, ma sono nel solco del cinema italiano di genere degli anni Settanta».

Protagonisti un politico corrotto (Pierfrancesco Favino), un pr altrettanto marcio (Elio Germano), un boss erede della banda della Magliana (Claudio Amendola), un criminale di Ostia (Alessandro Borghi), la sua compagna (Greta Scarano) e una escort di lusso (Giulia Elettra Gorietti). A cosa dobbiamo prepararci, dunque? «Suburra non è una critica al sistema, è un film su Roma e il Potere. Roma vive di tre poteri – politico, religioso, criminale – che coinvolgono e stritolano persone innocenti con risultati stupefacenti. La domanda è: dopo le vicende di Romanzo criminale, qual è oggi la situazione della criminalità? Dovendo condividere un territorio è necessario che la partita della criminalità si giochi su un sottilissimo equilibrio e il film racconta sette giorni che precedono il crollo di un’era della Repubblica, alla vigilia di una legge da far approvare, ed è essenziale la figura del personaggio di Samurai, l’ultimo della banda della Magliana. Lo sfondo è la città, in poche scene passiamo dal Vaticano ai palazzi del Potere: Montecitorio, Palazzo Chigi, tutta la zona del litorale, via Tuscolana, il centro storico» leggiamo in un articolo su Repubblica.it di qualche tempo fa.