Hacker trafuga e diffonde le foto nuda di Jennifer Lawrence

Ieri notte sono apparse online una serie di scatti e di video osé di alcune celebrità di Hollywood. A farne le spese, in particolare, sono state, tra le altre, Jennifer Lawrence, Ariana Grande, Avril Lavigne, Kim Kardashian, Rihanna, Kirsten Dunst e Winona Ryder, di cui un hacker ha trafugato e poi diffuso sul sito di file sharing 4chan delle immagini decisamente esplicite, che ritraggono le attrici nude o in atteggiamenti intimi.

4chan ha rimosso le immagini, tuttavia non con la rapidità sufficiente a scongiurare che delle foto e dei video circolassero degli screenshot per tutto il web. Sul web, inoltre, è ancora disponibile la lista delle celebrità coinvolte nello scandalo: si tratta di oltre 100 nomi, e non è chiaro se sarà diffuso altro materiale nelle prossime ore.

Tra le personalità vittima dello (o degli) hacker c’è Jennifer Lawrence. La ventiquattrenne attrice di Hunger games e American hustle (di cui di recente si è parlato anche per un flirt con Chris Martin, leader dei Coldplay) non ha commentato direttamente la vicenda, ma ha affidato ad un portavoce una dichiarazione al veleno. «Si tratta di una violazione in flagranza della privacy. Le autorità sono state contattate e perseguiranno tutti quello che pubblicheranno le foto rubate di Jennifer Lawrence».

Altre vittime, come Ariana Grande, hanno negato l’autenticità delle foto; molte altre, invece, hanno preferito non commentare. Secondo le prime ricostruzioni, ad essere hackerati sarebbero stati gli account cloud delle star. La polizia di Los Angeles, che sta indagando sulla vicenda, per il momento comunque non sembra intenzionata a sbilanciarsi.

Insomma, la differenza rispetto al solito scandalo del sex tape trafugato/non trafugato (cioè denunciato come furto e magari diffuso dalle stesse star in cerca di visibilità) è che stavolta la violazione sembrerebbe esserci stata. Una vicenda analoga a quella che, tre anni fa, colpì Scarlett Johansson: un hacker di nome Christopher Chaney trafugò dalla posta elettronica delle foto private, scattate dall’attrice per il marito. Attualmente, l’uomo è in galera e dovrà scontare una pena di 10 anni.