James Franco: violati i diritti di un romanzo di Bukowski

Guai in vista per James Franco. Sembra che l’attore abbia ultimato una sorta di biopic su Charles Bukowski: peccato che non avesse il diritto legale per farlo. Almeno così dice Cyril Humphris, colui che detiene i diritti cinematografici del romanzo Panino al prosciutto.

In realtà, con Humphris erano stati presi degli accordi, ma nel 2009, con scadenza entro il 2010: il film, allora, non era stato realizzato, sebbene Franco avesse più volte sostenuto la volontà di adattare questo volume semi-autobiografico, incentrato su un ragazzo che cresce a Los Angeles negli anni Quaranta.

Secondo Humphris, il film di Franco, Bukowski, «prende i temi del romanzo come una infanzia solitaria, un’adolescenza alla ricerca della coscienza di sé, i fallimenti, l’ipocrisia e la crudeltà degli adulti e, in una chiara descrizione, il crudo interesse dei ragazzi nei confronti del sesso. Il film incorpora intere scene, includendo sostanzialmente dialoghi presi dal romanzo».

Franco ha realizzato il film con i colleghi della New York University, affermando che si tratta di un’opera che trae spunto dall’infanzia di Bukowski, non dal libro al centro delle accuse. Bukowski è alla ricerca di un distributore, sia in USA che oltreoceano. Nel frattempo, siamo curiosi di sapere come si risolverà la disputa Franco-Humphris.