Premi César, "Alabama Monroe" batte "La grande bellezza"

È Alabama Monroe – Una storia d’amore del belga Felix van Groeningen il miglior film straniero per i César, gli Oscar francesi. La pellicola di van Groeningen, che racconta la storia d’amore tra Elise e Didier e la malattia della loro bambina di sei anni, ha avuto la meglio su La grande bellezza di Paolo Sorrentino (con cui si sfiderà di nuovo agli Oscar, domani sera). Sconfitti anche Gravity di Alfonso Cuarón, Blue Jasmine di Woody Allen e Django unchained di Quentin Tarantino.

La cerimonia di consegna dei riconoscimenti si è svolta al Teatro Chatelet di Parigi. Il miglior film è risultato Tutto sua madre di Guillaume Gallienne, premiato anche per la sceneggiatura, il montaggio e il miglior attore (sempre Gallienne). Miglior regista è però risultato Roman Polanski con Venere in pelliccia.

Miglior attrice, Sandrine Kiberlain, protagonista di 9 mois ferme. Un premio, il César onorario, è andato anche a Scarlett Johansson.