Led Zeppelin, all'asta dei mix inediti di "Physical graffiti"

Il mese prossimo, la RR Auctions di Amherst, New Hampshire, metterà all’asta dei mix inediti di Physical graffiti dei Led Zeppelin. Si tratta di nastri in cui sono incise delle versioni alternative di alcuni dei pezzi poi inclusi nella scaletta ufficiale dell’album, pubblicato nel 1975.

Brani come Trampled underfoot, Driving to Kashmir, Custard pie, In the light (everyone makes it then), Swan song part 1 e Swan song part 2, presentano delle differenze strutturali notevoli, afferma la casa d’aste: in alcuni casi, mancano le parti vocali (poi aggiunte in seguito), in altri alla fine furono completamente riregistrate le chitarre. In altri ancora fu mantenuta solo la batteria di John Bonham e reinciso il resto.

I nastri furono registrati al Ronnie Lane’s Mobile Studio, e provengono dalla collezione dell’ingegnere del suono Ron Nevison, che metterà all’asta anche alcuni mix grezzi del debutto dei Bad Company (la band di Paul Rodgers, noto anche per una sfortunata paretensi come vocalist dei Queen), di Eric Clapton, Who, Ozzy Osbourne e Flo and Eddie.

Ecco qui due assaggi dai mix degli Zeppelin: