Nel 2016 torna al cinema "Tarzan", con Alexander Skarsgård

Tarzan è uno dei personaggi classici della letteratura e del cinema, una figura dal valore quasi archetipico. Nato nel 1912 dalla penna di Edgar Rice Burroughs, è il prototipo del selvaggio allevato nella giungla che, quando scopre la civiltà, finisce con il rifiutarla, ritornando tra i suoi amici oranghi.

La sua figura, ovviamente, è stata saccheggiata da tv, fumetti e cinema. Ora, dopo una cinquantina di film (con interpreti come Johnny Weissmuller, Lex Barker, Gordon Scott e persino Christopher Lambert) e a distanza di 16 anni dall’ultima pellicola in live action (Tarzan – Il mistero della città perduta, di Carl Schenkel, con Casper Van Dien), Tarzan si appresta a ritornare sul grande schermo.

Merito della Warner Bros. e del regista David Yates (Harry Potter e l’Ordine della Fenice, Harry Potter e il principe mezzosangue, Harry Potter e i Doni della Morte parte 1 e 2). Il film, di cui oggi è stata resa nota la data di uscita nelle sale, il 1° luglio 2016, sarà interpretato da Alexander Skarsgård, già in Melancholia di Lars von Trier e, soprattutto, tra i protagonisti della serie tv True blood.

Nel cast ci saranno anche Margot Robbie (The wolf of Wall Street), nei panni di Jane Porter, la donna di cui Tarzan si innamora, Christoph Waltz e Samuel L. Jackson. Le riprese inizieranno a breve, a partire da una sceneggiatura di Craig Brewer e Stuart Beattie, adattamento del romanzo di Burroughs del 1912, Tarzan delle scimmie.