DiCaprio e Hill ancora insieme in “American nightmare”

È presto per dire se The wolf of Wall Street consentirà a Leonardo DiCaprio e Jonah Hill di conquistare il primo Oscar (rispettivamente nelle categorie “protagonista” e “non protagonista”). Quel che è certo, a giudicare dal film di Martin Scorsee, è che la loro è un’ottima accoppiata, destinata ora a riproporsi in un nuovo progetto cinematografico, American nightmare.

Come The wolf of Wall Street anche questa è una storia vera, quella di Richard Jewell, la guardia giurata che scoprì il pacco bomba piazzato al Parco Olimpico di Atlanta durante le olimpiadi del 1996. Jewell allertò subito la polizia e consentì di far evacuare la zona prima dell’esplosione (che comunque fece due morti e 111 feriti).

Il film, in particolare, racconterà il processo mediatico subito da Jewell (interpretato da Hill), il quale in un primo momento era stato salutato come un eroe e in un secondo accusato – sebbene mai formalmente – di essere l’autore dell’attentato. Solo l’arresto del vero colpevole, l’estremista cristiano Eric Rudolph (poi condannato all’ergastolo), chiuse la vicenda.

DiCaprio interpreterà l’avvocato di Jewell, che aiutò l’uomo a trascinare in tribunale i media che l’avevano ingiustamente infamato.

La sceneggiatura di American nightmare deve essere ancora scritta, ma si sa già che si baserà sull’articolo American nightmare: the ballad of Richard Jewell, scritto da Marie Brenner e pubblicato da Vanity Fair. DiCaprio produrrà anche il film con la sua società (la Appian Way) assieme a Hill e a Jennifer Davisson Killoran, Kevin Misher e Andy Berman della Misher Films. La distribuzione sarà curata dalla 20th Century Fox.