Mark Lanegan, un nuovo album con la band

In un’intervista al magazine Mojo, Mark Lanegan ha rivelato di aver iniziato la scrittura di un nuovo disco, da incidere con la sua Band. Non ci sono molti dettagli al momento. Si sa solo che l’album, successore di Blues funeral del 2012, potrebbe vedere la luce nel corso di quest’anno.

Di recente, Lanegan è stato parecchio impegnato sul fronte solista. Tanto per iniziare, lo scorso settembre ha pubblicato l’album di cover Imitations, con brani di Frank Sinatra, Nick Cave, Hall & Oates, Bobby Darin e John Cale, un omaggio alla musica che ascoltava da bambino. Poi si è imbarcato in un tour solista (che a novembre ha toccato anche l’Italia), ed infine ha pubblicato il best of Has God seen my shadow?.

Ora, una nuova parentesi con la Mark Lanegan Band, per la quale, per sua stessa ammissione, i brani di Imitations non erano indicati, a causa del loro mood orchestrale, più leggero.

Nell’intervista a Mojo c’è spazio anche per un omaggio a Lou Reed («Non credo di aver pianto per la scomparsa di uno sconosciuto dai tempi di John Lennon») e per una bizzarra dichiarazione su Peter Hook dei Joy Division: quando il bassista l’ha aggiunto tra i contatti di Twitter, Lanegan ha iniziato «a correre intorno alla casa come una ragazzina. L’ho detto anche alla mia fidanzata», ha scherzato Lanegan.

Il video di The gravedigger song, tratta da Blues funeral: