Pupi Avati, in arrivo l’autobiografia per Rizzoli

La grande invenzione è l’autobiografia di Pupi Avati, in uscita per Rizzoli il 27 febbraio. Nel libro, il regista bolognese ripercorre fatti e personaggi della sua infanzia e dell’età adulta: la bisnonna “asolaia”, il nonno Carlo allevato in Brasile, il prozio che “riscattò”, per sposarla, una prostituta di Modena, il padre morto in un incidente d’auto sulla stessa curva della “Cavallina storna” di Pascoli, la passione per il jazz, la collaborazione con Pasolini, l’amicizia con Fellini – il tutto a comporre un racconto popolare e, insieme, un autoritratto collettivo.

Pupi Avati è nato a Bologna il 3 novembre 1938. Sceneggiatore e regista, ha esordito nel 1970 con Balsamus, l’uomo di Satana. Tra i suoi film più celebri, La casa dalle finestre che ridono (1976), Festa di laurea (1985), Regalo di Natale (1986), Il cuore altrove (2003) e La rivincita di Natale (2004). Nel 2011 ha diretto Il cuore grande delle ragazze, mentre l’anno scorso ha girato la fiction Un matrimonio, con Christian De Sica e Micaela Ramazzotti, in arrivo su RaiUno.